venerdì 18 maggio 2018

Sicurezza sul lavoro: il ruolo del rappresentante lavoratori alla sicurezza

Quale relazione è possibile tra alcune figure legati alla sicurezza come il Rappresentante aziendale del servizio prevenzione e protezione, il medico competente e il Rappresentante dei lavoratori alla sicurezza?


E' una domanda dirimente perchè non basta partecipare agli incontri periodici per essere dei buoni Rls, il rappresentante dei lavoratori alla sicurezza deve avere ben chiaro che non è sufficiente far parte di una filiera se la stessa annulla ogni ruolo conflittuale, se alla fine tutto si riduce a individuare delle buone pratiche mai messe in pratica dall'azienda, pubblica o privata che sia.

Cosa deve fare allora il Rappresentante dei Lavoratori alla sicurezza?

  • Visto che la diffusione dei documenti di valutazione del rischio potrebbe dare adito a dei provvedimenti disciplinari contro l'Rls, bisogna chiedere che Rspp, Rls incontrino ogni settore, tutto il personale per capirci, illustrando il DVr e raccogliendo dai lavoratori e dalle lavoratrici indicazioni utili  migliorare, correggere o riscivere, se necessario, il documento di valutazione del rischio (DVR). Oggi la stragrande maggioranza dei\lle dipendenti di aziende pubbliche e private non ha mai letto o visto un dvr, la mancanta conoscenza del problema gioca solo a favore dell'azienda!
  • Rls deve andare direttamente nei luoghi di lavoro, accogliere le richieste del personale e farsene carico. Al contrario l'Rls si limita a scrivere alla RSpp  e tutto finisce in una bolla di sapone. Teniamo conto poi che spesso sono proprio i dirigenti dei vari settori a rappresentare un ostacolo alla sicurezza soprattutto se rappresenta un costo economico o viene vista come un insieme di incombenze di cui fare volentieri a meno
  • Le buone maniere o le buone abitudini sono spesso presenti sulla carta come le stesse procedure. La loro messa in pratica determina in tanti casi una diversa organizzazione dei turni, dei servizi, della stessa gestione del lavoro, per questo Rls ha scarso potere contrattuale e quello scarso potere sta bene a molti, dai sindacati complici ai datori di lavoro fino al legislatore che, dal 2008 ad oggi, ha addolcito le sanzioni a carico dei datori di lavoro inadempienti in materia di salute e sicurezza. Il ruolo del Rappresentante dei lavoratori alla sicurezza è quindi ben altro da quello comunemente inteso, trattasi di un ruolo conflittuale attento a risolvere i problemi spiccioli ma anche disposto a entrare nel merito della organizzazione del lavoro. Ovviamente quasi mai il Rls eletto nei sindacati cgil cisl uil svolge questo compito o se ci prova viene richiamato all'ordine dai vertici sindacali. Non basta quindi essere un bravo delegato se non sei disposto a rompere la gabbia in cui ti hanno rinchiuso per addomesticarti e vanificare ogni azione atta a cambiare le cose
  •  Rls deve essere sempre rintracciabile e disponibile, fornire informazioni sui diritti dei lavoratori e mettere in condizioni gli stessi di avanzare richieste a loro tutela


Nessun commento:

Posta un commento