Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

l'Italia del 2020....

L'annuario Istat ricorda agli smemorati italiani che la ripresa, assai lieve, delle dinamiche salariali deriva dal rinnovo dei contratti pubblici, avvenuta a inizio 2018 e dopo quasi 9 anni di blocco. 3,2 milioni di dipendenti, ciascuno dei quali ha ricevuto aumenti netti medi inferiori ai 50 euro, questo il solo dato rilevante ai fini statistici. Ma i quasi 50 euro netti, se parliamo di 80 euro lordi si vende una immagine distorta della realtà, compensano il potere di acquisto perduto negli anni precedenti?

La risposta è negativa, senza dimenticare poi che il salario accessorio, quello di secondo livello, ha subito continui decrementi, i fondi della produttività decurtati per anni attraverso leggi e provvedimenti atti solo a contenere la dinamica salariale, i soldi arrivati poi specificamente per la contrattazione aziendale sono cosi' pochi da non compensare neppure l'incremento di alcuni istituti contrattuali previsto dal nuovo ccnl ma demandato , scientemente , alla con…

Libertà per Nicoletta Dosio. Ora e sempre NO Tav

Nel tardo pomeriggio del 30 Dicembre è stata arrestata Nicoletta Dosio e condotta in carcere dopo avere rifiutato le misure cautelari alternative al carcere.

Esponente di primo piano dei NOTAV, Nicoletta è stata una insegnante per tanti anni della sua vita, fin dall'inizio contraria all'Alta velocità è presto diventata un punto di riferimento per quanti si oppongono allo scempio del territorio piemontese.

Nicoletta avrebbe potuto beneficiare degli arresti domiciliari ma  ha preferito il carcere, a 73 anni di età e in condizioni di salute non certo ottimali; il rifiuto sta proprio nel fatto che non si considera colpevole di alcun reato.

Difficile da spiegare tanta fierezza in tempi di ignavia e incoerenza politica se non ricordando che  la lotta contro la Tav è una lotta di popolo,  lo stesso popolo che si oppose al nazi fascismo  e da anni rifiuta l'alta velocità , la militarizzazione del territorio, decine di arresti e centinaia di denunce e di processi da quasi 20 anni …

Bombe nucleari Usa dalla Turchia all'Italia

50 bombe nucleari Usa dalla Turchia ad Aviano di Manlio Dinucci 
«Cinquanta testate nucleari sarebbero pronte a traslocare dalla base turca di Incirlik, in Anatolia, alla base Usaf di Aviano, in Friuli Venezia Giulia, in quanto gli Usa diffiderebbero sempre più della fedeltà alla Nato del presidente turco Erdogan»: lo riporta l’Ansa citando quanto dichiarato dal generale a riposo Chuck Wald della US Air Force in una intervista all'agenzia Bloomberg il 16 novembre. Il fatto che l’Ansa e alcuni giornali ne parlino, anche se in ritardo, è comunque positivo. Ciò conferma quanto documenta da tempo il manifesto
«Appare probabile – scrivevamo il 22 ottobre (ma l’Ansa allora ignorò la notizia) – che, tra le opzioni considerate a Washington, vi sia quella del trasferimento delle armi nucleari Usa dalla Turchia in un altro paese più affidabile. Secondo l’autorevole Bollettino degli Scienziati Atomici (Usa), la base aerea di Aviano può essere la migliore opzione europea dal…

Pisa città della cultura? Ma se non riescono neppure a tutelare il patrimonio della Sms Biblio?

Cultura bene comune risponde all'Assessore Magnani

A pochi giorni di distanza dall’assemblea tenutasi al circolo Rinascita apprendiamo nuovi fatti riguardanti la gestione della Sms Biblio.
L’amministrazione comunale, in un silenzio assordante amplificato dalle correnti festività di fine anno, prova la mossa “vincente” annunciando al personale, ma non al sindacato a cui l'Amministrazione Conti nega qualsiasi confronto, gli orari di apertura della biblioteca a partire dal 2020. Solo in apparenza si accoglie la richiesta del personale che chiedeva, come misura urgente, nuovi orari in considerazione degli organici ridotti ma si dimentica la primaria rivendicazione ossia  assunzioni, investimenti, formazione e un progetto di rilancio della struttura e delle sue attività. Questa gestione è figlia di una scelta politica ben precisa che parte dal disinvestimento in ambito culturale. La Riduzione degli orari  arriva dopo anni di mancate assunzioni, senza mai sostituire il personale in p…

Solidarietà ai lavoratori della RSA Phalesia

riceviamo e pubblichiamo facendo nostro l'appello del Coordinamento

L’ Associazione Art. 1 Camping CIG esprime la propria piena e attiva solidarietà ai lavoratori della RSA Phalesia, in agitazione per la sacrosanta difesa del salario e della copertura previdenziale . La società M&G non puo’ pensare di “raschiare il barile” calpestando i diritti fondamentali dei lavoratori. Queste cose non devono passare; se passano oggi verranno riproposte domani in altre aziende. Nella drammatica realtà dell’Area di Crisi Complessa di Piombino, è fondamentale la solidarietà e il collegamento tra le singole realtà in lotta, siano esse di grandi o piccole dimensioni, nell’industria come nei servizi. 
Nel dichiararci disponibili alla mobilitazione in solidarietà con i lavoratori della RSA Phalesia, rinnoviamo l’appello a Sindacati, istituzioni locali, forze sociali e politiche , per costruire una grande vertenza unitaria territoriale che chiami Regione e Governo ad un intervento pubblico stra…

Toscana sempre piu' in crisi?

Il 2019 sta per finire, ad anno nuovo entreremo in campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale, la data del voto potrebbe essere tra Maggio e inizio Giugno ma nulla ad oggi è stato deciso.
In questi ultimi 5 anni la Toscana è decisamente cambiata, sono stati modificati gli equilibri politici, se prima imperversavano Renzi e il cosiddetto Giglio Magico, oggi gli scenari sono in parte cambiati c'è chi è uscito, proprio in disaccordo con Renzi, dal Pd per poi silenziosamente farvi ritorno una volta nata Italia Viva.
Gli scenari politici sono in evoluzione, alcune città da anni a guida Pd sono passate alla destra (Siena, Pisa e altri piccoli centri), si sta consumando il consenso elettorale e sociale verso il centro sinistra.
Come in altre parti d'Italia i consensi a quella che un tempo si definiva sinistra radicale sono in calo nonostante il buon lavoro fatto in consiglio Regionale e in qualche consiglio comunale , un calo che dimostra la perdita di quella base so…

Licenziamenti alla Venchi.

Sabato 28 dicembre, in una Firenze caotica invasa da turisti provenienti da ogni angolo del mondo, a poche centinaia di metri dal Duomo, un presidio promosso dalla Cub e dal Collettivo Politico 13 Rosso (con l'adesione del Sindacato Generale di Base) raggruppava decine di lavoratori e solidali contro i licenziamenti alla Venchi, azienda alimentare fondata 144 anni fa, sede a Cuneo ma da anni presente nel capoluogo Toscano con numerosi punti vendita. Una azienda con marchio (produttore di cioccolato) noto in tutto il mondo e un fatturato annuo da 80 milioni di euro.
 Abbiamo chiesto ad uno dei licenziati di spiegarci le ragioni di questa vertenza e testualmente riportiamo la sua testimonianza

Circa un anno fa, io e altri due miei colleghi siamo stati licenziati  per una storia che rasenta l'inverosimile. Tutto inizia in una normale giornata di lavoro. Erano quasi le tre del pomeriggio e prima di finire il mio turno di lavoro, ricordo di essere sceso nello spogliatoio per anda…

Internalizzare i servizi...e il personale!

A seguire il comunicato redatto dalla delegata rsu ugl e dal sindacato generale di base. Parliamo di una residenza per anziani di proprietà pubblica che recentemente ha annunciato la volontà di volere internalizzare servizi da anni affidati in gestione a cooperative. Una inversione di tendenza che salutiamo con piacere e al contempo avanziamo alcune osservazioni e proposte

Molto si va parlando della Aspp M. Remaggi (Comune di Cascina in Provincia di Pisa) e della reinternalizzazione di alcuni reparti la cui gestione è stata esternalizzata anni fa. 
Erano tempi nei quali il blocco delle assunzioni impediva politiche assunzionali capaci di gestire i servizi ma allora chi gestiva la struttura pensava  fosse inevitabile una parziale esternalizzazione dei servizi.
Non basta reinternalizzare servizi se prima non si ha una idea di come gestire una Rsa, se non si costruiscono sinergie durature con la Regione Toscana e la Asl territoriale, se non si mettono a norma impianti e strutture…

Se un liberista diventa fautore dell'intervento pubblico dove sta l'inganno?

L'ex Ministro Siniscalco, intervistato da Il sole 24 Ore di Domenica 29 Dicembre, afferma che dove il mercato abbia fallito il ricorso alla via pubblica sarebbe non sconsigliabile  ("non è una eresia")

Gentil concessione di un esponente di punta del capitale finanziario oppure l'inizio di una autocritica da parte degli apologeti del neoliberismo, o qualche altro fine piu' o meno nascosto?

Recentemente sono stati pubblicati libri ed articoli che dimostrano come la ritirata dello Stato abbia determinato la progressiva decadenza dell'Italia, la mancata ripresa con il Pil che non cresce come in altre nazioni europee. Tutti questi contributi hanno come obiettivo la discesa in campo dei contributi statali a un percorso di reindustrializzazione e investimenti che i padroni non vogliono subire ma nel peggiore dei casi, cogestire.

L'intervista a Siniscalchi è funzionale a questa strategia, aprire una interlocuzione con il Governo perchè investa in settori dove i m…

I Vigili del Fuoco precari e discontinui sono una risorsa da preservare

Il fatto di cronaca risale a pochi giorni fa ed è degno della massima attenzione. A seguire il comunicato raggiunto Sgb Comune di Pisa e Cub Pubblico Impiego La sicurezza  del territorio non si tutela con Vigili del fuoco precari e senza mezzi a disposizione.
In Italia è oramai prassi che si corra ai ripari nella prevenzione e tutela del territorio dopo il verificarsi di stragi e incidenti gravi. A Ponsacco è bastato l' incendio di un auto la notte di Natale per mettere a nudo la precarietà di chi dovrebbe essere preposto alla tutela del territorio e alla prevenzione degli incendi: stiamo parlando  dei distaccamenti dei Vigili del Fuoco di vari comuni della provincia di Pisa, gestiti da personale volontario non tutelato dal punto di vista normativo e contrattuale ma assolutamente indispensabile al territorio.  Ma a non essere tutelati non sono solo i Vigili del fuoco precari, è paradossale che venga loro impedita la piena operatività vista l'assenza di mezzi anti…

E gli open day nelle scuole materne comunali vengono rinviati sine die

a RSU​ rsponde all' ASSESSORA MUNNO.

Il metodo con cui la Giunta Conti sta gestendo il processo di statalizzazione delle scuole dell'infanzia è non solo inadeguato ma totalmente irrispettoso nei confronti di tutti i soggetti coinvolti: bambini, famiglie, educatrici, insegnanti, ausiliarie e la cittadinanza tutta.

L’ Assessora regionale Grieco, nell’incontro tenutosi il 19 Dicembre alla Stazione Leopolda, ha criticato il metodo con cui è stat gestita questa “manovra” , chi doveva fare delle scelte aveva il dovere di confrontarsi, con chiarezza e trasparenza, con i soggetti coinvolti. Detto cio' non si capisce la ragione per la quale 3 giorni prima,​ il 16 Dicembre, la Giunta Regionale abbia approvato il piano regionale dell’offerta formativa e del dimensionamento della rete scolastica per l’anno 2020-2021.Possibile che tre giorni dopo la Assesora Regionale non fosse stata ancora messa al corrente ?

Per tornare alle dichiarazioni dell’assessora Munno,…

In Francia bloccano il paese contro l'aumento dell'età pensionabile, in Italia a Gennaio si farà l'esatto contrario

In Francia gli scioperi stanno bloccando  il paese, scioperi nei trasporti e perfino nei teatri tanto da provocare la discesa in campo delle associazioni di commercianti e della Confindustria locale ad invocare repressioni di piazza "per il bene del paese e della sua economia".
E In Italia?

Si mangiano i dolci natalizi aspettando le svendite, ma qualcuno intanto viene severamente sanzionato con multe da migliaia di euro  per avere scioperato bloccando la circolazione del traffico.

Dove sono finiti gli smemorati "oppositori " di Salvini, in sei mesi di Governo i decreti sicurezza e le odiose misure approvate contro le manifestazioni di piazza, i blocchi stradali e le occupazioni di immobili sfitti (in altri paesi il diritto sta mettendo in discussione la legittimità di lasciare nell'incuria e nell'abbandono palazzi e case imponendo alla proprietà interventi pena la requisizione)?

Tutti zitti e buoni, la memoria non ha diritto di cittadinanza nel nostro paese…

Scuola e sanità: facciamo due conti

Quanto serve per rinnovare il contratto dei circa 800mila professori italian?

Stando alla manovra siamo a 812,63 milioni di euro nel 2020 e a 1.670,12 milioni dal 2021, apparentemente tanti soldi ma trodotti in cifre corrispondono ai soliti 80 euro lordi a regime. Come nel precedente contratto del pubblico impiego, arrivato dopo 9 anni, la fatidica cifra degli 80 euro lordi resta l'ammontare degli aumenti, pochi soldi se pensiamo al reale potere di acquisto perduto e soprattutto se confrontiamo gli stipendi della Pubblica amministrazione italiana con quelli erogati nei paesi del centro e Nord Europa.
Aumenti decisamente piu' bassi di quelli promessi alla categoria dagli ultimi due ministri dell'istruzione, Bussetti e Fioramonti.
Chi si aspettava stanziamenti ulteriori destinati ai rinnovi contrattuali, dopo l'approvazione della Legge di Bilancio, resterà deluso senza poi guardare ai fondi destinati all'edilizia scolastica, al Fondo ordinario di finanziamento deg…

E Fioramonti sbattè la porta dimettendosi da Ministro

Il Ministro Fioramonti è stato di parola e dopo avere subito la manovra di Bilancio con ben poche risorse destinate alla ricerca e all'istruzione ha preferito rassegnare le dimissioni.
Lo stato in cui versano scuole e università è da tempo comatoso,  da tempo sosteniamo che sarebbe opportuno riservare meno attenzione alla crescita del Pil e maggiore cura ai livelli di occupazione abbattendo le disuguaglianze crescenti. Dal 2008 ad oggi il rapporto  tra salari e redditi da lavoro è crollato e con esso anche il rallentamento della crescita, la classe media è stata schiacciata verso il basso e in questa classe media si trovano anche gli insegnanti. 
Ironia della sorte si sono creati posti di lavoro ma in molti settori, scuola inclusa, si lavora senza soldi, un concetto non da prendere alla lettera ma che utilizziamo come metafora della riduzione del potere di acquisto e anche del ruolo sociale dell'insegnante nella società italiana.
Nell'inversione di tendenza delle politich…

La Rsu replica all'assessore Munno

La RSU​ rsponde all' ASSESSORA MUNNO.
Il metodo con cui la Giunta Conti sta gestendo il processo di statalizzazione delle scuole dell'infanzia è non solo inadeguato ma totalmente irrispettoso nei confronti di tutti i soggetti coinvolti: bambini, famiglie, educatrici, insegnanti, ausiliarie e la cittadinanza tutta.
L’ Assessora regionale Grieco, nell’incontro tenutosi il 19 Dicembre alla Stazione Leopolda, ha criticato il metodo con cui è stat gestita questa “manovra” , chi doveva fare delle scelte aveva il dovere di confrontarsi, con chiarezza e trasparenza, con i soggetti coinvolti. Detto cio' non si capisce la ragione per la quale 3 giorni prima,​ il 16 Dicembre, la Giunta Regionale abbia approvato il piano regionale dell’offerta formativa e del dimensionamento della rete scolastica per l’anno 2020-2021.Possibile che tre giorni dopo la Assesora Regionale non fosse stata ancora messa al corrente ?
Per tornare alle dichiarazioni dell’assessora Munno, è inacce…

Morti e infortuni sul lavoro oltre ogni previsione o statistica

Una lavoratrice morta a pochi giorni dal Natale non fa notizia, i giornali ogni giorno riportano notizie di infortuni e decessi sul lavoro, puo' attirare l'attenzione dei media se si tratta di una donna di 66 anni che ancora lavorava in fabbrica, uccisa sotto una pressa mentre stava pulendo il nastro trasportatore, in una fabbrica agro alimentare in Provincia di Piacenza.

In un paese umano quella lavoratrice, il suo nome era Giuseppina Marcinno', sarebbe stata da tempo in pensione dopo una vita trascorsa in fabbrica.

Molti infortuni e morti riguardano lavoratori e lavoratrici a fine carriera o comunque molti sono statisticamente i lavoratori over 50, ad esempio nel caso delle donne le piu' colpite sono quelle di età compresa tra i 50 e i 65 anni mentre per gli uomini non mancano gli over 65.

Il commento sorge spontaneo ossia che tanti infortuni e morti riguardano una forza lavoro che senza la Fornero sarebbe già in pensione e probabilmente si sarebbe salvata  anche se …

Il pistolero Trump spara sanzioni all’Europa

Immagine

La polveriera francese e il nodo previdenziale

La Francia è paralizzata da decine di scioperi, ogni angolo del paese è attraversato da cortei e proteste, boicottaggi. L'ondata di scioperi arriva dopo quasi due anni di iniziative dei Gilet gialli, le politiche del presidente Macron, vincitore delle ultime elezioni, hanno trovato ampia opposizione nel paese, rivitalizzato collettivi e centrali sindacali.
In piazza si scende contro la Riforma delle Pensioni, il Governo non intende scendere a compromessi,  idem la classe lavoratrice francese.
Ma cosa si cela dietro a questa Riforma?
Intanto la volontà di Macron è quella di abbattere la spesa previdenziale innalzando l'età della pensione adducendo come motivazione che la spesa, in rapporto al Pil, è tra le piu' alte della Ue e quindi insostenibile. L'età della pensione, anche se dovesse passare la nuova Riforma, in Francia è assai piu' bassa di quella italiana, al contrario nel "bel Paese" i sindacati, eccetto quelli di base ma neanche tutti, non hanno mos…

I primi 70 anni della La Repubblica Popolare Cinese

Immagine

Recensione del libro di Ilenia Marino: chi è costretto a inseguire il sogno europeo.....

Immagine

I costi della guerra dei gasdotti....

Strategie Usa e costi nostri nella guerra dei gasdotti  di  Manlio Dinucci 
Mentre si affrontano in un duro scontro sull’impeachment del presidente Trump, Repubblicani e Democratici depongono le armi per votare al Senato quasi all’unanimità l’imposizione di pesanti sanzioni contro le società partecipanti alla realizzazione del North Stream 2, il raddoppio del gasdotto che attraverso il Baltico porta il gas russo in Germania. Ad essere colpite sono le società europee che partecipano al progetto da 11 miliardi di dollari, ormai realizzato quasi all’80%, insieme alla russa Gazprom: l’austriaca Omv, la britannico-olandese Royal Dutch Shell, la francese Engie, le tedesche Uniper e Wintershall, l’italiana Saipem e l’elvetica Allseas che prendono parte alla posa delle condotte. Il raddoppio del North Stream aumenta la dipendenza dell’Europa dal gas russo, avvertono gli Stati uniti. Sono preoccupati soprattutto dal fatto che il gasdotto – attraversando il Mar Baltico in acque ru…

Decreti sicurezza: arrivano le multe a chi sciopera.

Passato il Governo Conte sono rimasti i decreti legge approvati tra i quali il Pacchetto sicurezza. Non è la prima volta che le smemorate opposizioni, salite al potere, dimenticano i buoni propositi e anche la peggior legge approvata non viene abrogata, è già accaduto con le nome emergenziali negli anni settanta e ottanta, la storia si ripete con i due decreti sicurezza.
Due decreti in perfetta continuità e soprattutto con un precedente pericoloso rappresentato dalle normative sul degrado di Minniti sulla sicurezza urbana e dallo stravolgimento operato del Testo unico sugli enti locali con i superpoteri affidati ai sindaci.

Ma restiamo all'argomento di cronaca con gli operai del Si Cobas di Prato raggiunti da sanzioni per migliaia di euro a seguito dello sciopero di questa estate.

Agli operai e al Si cobas va la nostra solidarietà ma non prima di avere riflettuto su alcuni fatti
Il decreto sicurezza non interveniene solo in materia di porti e immigrazione, intere parti sono dedica…

Pulizie degli edifici comunali a Pisa: la maggioranza e la Giunta Comunale contro le lavoratrici

Pulizie: la maggioranza e la Giunta Comunale contro le lavoratrici

Tante parole ma al momento di concretizzare gli impegni la Giunta Conti decide di scappare davanti alle sue responsabilità.

Siamo inorriditi dal fatto che la maggioranza abbia votato contro un ordine del giorno senza neppure entrare nel merito delle questioni, senza alcuna dichiarazione. Di cosa parliamo? Della richiesta, pervenuta dalle minoranze nel consiglio comunale del 21 dicembre, di impegnare il consiglio comunale a dare un indirizzo ben preciso agli uffici comunali: definire entro il 31\12 le superfici destinate alle pulizie, un impegno che il Sindaco aveva per altro assunto con le lavoratrici stesse.

Non solo la Giunta e i suoi consiglieri disattendono gli impegni ma votano contro un ordine del giorno e su contenuti che fino ad ieri avevano detto di condividere quando, in incontri ufficiali e nelle commissioni consiliari,  parlavano di voler tutelare le lavoratrici delle pulizie definendo la…

Olanda, vincono i cittadini. Il governo deve cambiare aria

Una sentenza che seppur riguarda un paese le cui emissioni rappresentano una piccola percentuale di quelle globali  raporesenta una decisione storica in quanti apre una nuova strada nella lotta per la riduzione delle emissioni di gas climalteranti e per il contenimento del global warming .
La speranza del giga è che la strada aperta dagli ambientalisti olandesi venga seguita anche da altri paesi e anche dal nostro dove i verdi dovrebbero acquisire maggior incisività di azione e ricoprire ruolo di avanguardia per l 'intera società e soprattutto che si sviluppi una vera coscienza ambientalista per  imporre con urgenza all ordine del giorno dell agenda politica la transizione energetica verso le rinnovabili e il superamento del modello di sviluppo del capitalismo estrattivista e sviluppista. 


a segire l'articolo di Daniela Passeri

Ambiente. Sentenza storica della Corte suprema dell’Aia. L’esecutivo deve abbattere le emissioni
La sentenza viene pronunciata in stream…

Quando il mobbing diventa crimine

E' stato condannato,  per mobbing, a un anno di carcere e a 15 mila euro di multa, l'amministratore delegato di France Telecom giudicato colpevole per quanto accaduto nella multinazionale con 35 lavoratori suicidatisi a seguito di innumerevoli pressioni. Ma non solo l'AD aziendale sarebbe colpevole di avere costruito un articolato sistema di mobbing, diversi dirigenti aziendali avrebbero avuto un ruolo determinante per mettere in pratica trattamenti giudicati illegittimi e lesivi della persona dal Tribunale Francese.
 E' bene ricordare questa pagina di storia recente ogni qual volta si parla di esuberi o riduzione della forza lavoro, di ristrutturazioni aziendali perchè tra il 2007 e il 2008 è stato praticato un sistema di intimidazione dei dipedenti, di pressione psicologica cosi' forte da indurre molti di loro al suicidio e tanti altri vittime di stati depressivi che hanno stravolto le esistenze di centiniaia di uomini e donne.
Ripercorrendo la storia di France …