lunedì 2 luglio 2018

I pianti dei coccodrilli sulle Province

Sindacato generale di base Pisa

I tagli alle Province erano del tutto illegittimi, lo si deduce dalle sentenze della Magistratura degli ultimi mesi che mettono sotto accusa i draconianiagli prodotti dall’alleggerimento delle funzioni provinciali (articolo 16, comma 1 del Dl 50/2017) 
Tagli illegittimi accompagnati dai gravi ritardi delle Regioni che non hanno girato i soldi agli enti di area vasta , cosi' si chiamano le Province, per gestire le funzioni loro assegnate. E anche le regioni di centro sinistra non sfuggono a questi inauditi ritardi, segno che lo smantellamento delle Province è stato, con il referendum costituzionale, parte integrante di quell'attacco inaudito sferrato ai servizi pubblici da Partito democratico e dai suoi alleati sia a livello nazionale che locale. Le sentenze della Consulta richiamano l'attenzione sui ritardi nella erogazione dei fondi senza i quali quelle funzioni indispensabili non possono essere svolte. Chi pensava che con la semplice mediazione si potesse salvare l'ente Provinciale, voleva solo ritardarne la fine ma ne condivideva in toto il disegno di smantellamento. Senza soldi non si va avanti e anzi si finisce con il favorire nell'opinione pubblica l'idea che le Province siano del tutto inutili, è questo il vero disegno che ha accompagnato l'azione di Governo del Pd
Ma la Consulta se ammette l'errore per le Province, persevera invece nello smantellamento del trasporto locale con quella concorrenza in nome della quale si sono fuse società che hanno subito disdetto i contratti di secondo livello creando uno spezzatino di gare che ha determinato la riduzione del servizio pubblico. 

Nessun commento:

Posta un commento