Post

Solidarietà con Massimo

Nei giorni scorsi abbiamo appreso che il Comune ha fatto ricorso contro Massimo. La sua colpa è quella di avere occupato una casa popolare in S.Ermete dopo avere vissuto in una cantina alta un metro e mezzo per quasi 12 anni.

Il Tribunale ha riconosciuto lo stato di necessità per Massimo e chiesto all'Apes e al Comune di trovare una soluzione visto che la occupazione di casa era dettata da situazione oggettive e dalla assenza di soluzioni alternative (Massimo è senza lavoro e le sue condizioni di salute non sono certo ottimali)

Dopo avere perso una prima causa, il Comune ha deciso di fare ricorso (come apprendiamo dal comunicato diffuso da Comitato di S.Ermete).

Crediamo che dinanzi a situazioni di emergenza (invitiamo il Sindaco a visitare una cantina delle case popolari di S Ermete per prendere diretta visione di come si possa vivere per anni in certe condizioni), il Comune avrebbe dovuto fare ben altro : rinunciare a qualsivoglia causa e trovare una soluzione abitativa dignitos…

Comune di Pisa: sgb chiede audizione sulla Pm in seconda commissione e scrive ai giornali

In data odierna il Sindacato Generale di Base del Comune di Pisa, dopo la lettura della stampa, ha chiesto la audizione in seconda commissione consiliare sul Regolamento di adozione delle armi e sul Regolamento di Polizia Urbana
Nessun passaggio è stato fatto con le organizzazioni sindacali e men che mai sono stati coinvolti gli agenti di Pm del Comune di Pisa.
Anzi apprendiamo della volontà di procedere con la discussione e il rapido voto in consiglio comunale su materie che dovrebbero essere prima discusse e approfondite nelle apposite commissioni consiliari e con il sindacato.
Facciamo presente che poco piu' di un mese fa la Rsu si è incontrata con l'assessore Bonanno e il comandante Stefanelli e nel corso dell'incontro sono state assunte alcune decisioni ad oggi disattese come le problematiche legate allo stress da lavoro correlato, l'incontro con l'assessore al Patrimonio per valutare gli edifici comunali e la loro idoneità a ospitare uffici e …

I diritti dei pastori tra algoritmi e bassi costi

Da anni i pastori rivendicano condizioni dignitose, adeguati prezzi dei generi prodotti , salvaguardia dei loro interessi non solo in sede nazionale ma anche a Bruxelles.

Sulle pagine de Il Sole 24 Ore leggiamo che il costo del latte venduto ad Inalpi , una grande azienda del Nord tra le poche ad avere investito in tecnologia innovativa, è dettato da un algoritmo. Un conto matematico che tiene conto del valore base, dei costi di produzione con vari premi in base alla qualità del prodotto, un mero calcolo che potrebbe tradursi in un prezzo decisamente basso anche se i vertici aziendali tengono  a precisare di pagare il 5% in più del valore di mercato perchè il sovrapprezzo viene ripagato dalla qualità del prodotto e dai continui miglioramenti della filiera produttiva con ricadute positive sull' igiene, sulla sanità, sulla stessa salute  del bestiame.

 Non abbiamo motivo di dubitare di Inalpi nè possiamo confutare i loro dati, prendiamo atto che una grande impresa è disposta a pag…

Cosa è l'autonomia differenziata delle Regioni piu' ricche?

Ormai sono trascorsi lustri da quando anche la sinistra (un tempo si definiva tale) proponeva riforme dello stato in senso federale per dare , dicevano loro, maggiore autonomia alle Regioni.Senza essere pedanti potremmo dire che storicamente la richiesta di autonomia è pervenuta da settori borghesi e imprenditoriali che non volevano sostenere i costi sociali di Regioni con minori risorse e un PIL decisamente basso.

La fortuna della Lega Nord sta proprio nell'avere incarnato l'idea, rappresentandone gli interessi materiali, di una borghesia imprenditoriale che si riteneva penalizzata dallo Stato Italiano e dalle Regioni Meridionali e rivendicava autonomia nel senso di meno tasse o di una tassazione a favore delle loro comunità locali.

Dopo anni di parziale silenzio (scelta tattica?) si torna ora a parlare di autonomia differenziata di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, praticamente le 3 Regioni piu' ricche e produttive del paese se escludiamo il Piemonte. Es…

Polizia Municipale: a proposito dei "successi e dei risultati" vantati dall'amministrazione Conti a Pisa

Sgb replica all'assessore Bonanno sulla Polizia Municipale

A partire dal 12 febbraio è stato raddoppiato il numero di agenti della Pm impiegati nel controllo del territorio lungo l'asse pedonale: dalla stazione, a Corso Italia, p. XX settembre, p. Garibaldi, Borgo Stretto. Queste le dichiarazioni dell'assessore Bonanno e del Comandante Stefanelli. Nell'arco dell'intera giornata, il personale impiegato in questa zona passa da 8 a 16 agenti. Tutto questo senza nuove assunzioni, nè magie, alchimie o clonazioni. Ma dov'è allora il trucco? Semplice,  ricordate il gioco delle tre carte? Basta verificare le ripercussioni sugli altri servizi della pm. Sì, perchè non vi è stata alcuna riorganizzazione dei turni (altrimenti i sindacati avrebbero dovuto essere informati e coinvolti), si tratta semplicemente di un'operazione di facciata. Si rinforza un servizio a discapito di altri. Gli 8 agenti i più, infatti, v…

le tabelle

Immagine

19 Febbraio a Pisa sciopero nei servizi educativi comunali

Immagine