Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

I lavoratori di Prometeo non hanno colpe.

Comunicato stampa Che i lavoratori  di Prometeo non siano  capri espiatori Due lavoratori di Prometeo da giorni sono sospesi dal servizio. Perché i cittadini non affidano alle telecamere anche i problemi reali come il dissesto delle strade, l'utilizzo dei soldi pubblici, lo stato in cui versano edifici pubblici(cimiteri, scuole e altro ancora)? Un video di pochi secondi, a fine turno, stravolge la realtà ed è stato utilizzato per una polemica sulla gestione dei servizi nel comune di Casciana Terme Lari e per questo diffuso anche su Fb lanciando un messaggio fuorviante e attribuendo ai lavoratori colpe che non hanno. Non stiamo parlando di furbetti del cartellino o di funzionari pubblici che approfittano delle loro funzioni per ricavare illeciti introiti, parliamo di chi ogni giorno, anche con invalidità, svolge servizio in qualunque condizione atmosferica Un uso strumentale del video e una risposta, dei vertici di Prometeo supportati dal sindaco,  per deviare l'attenzion…

Notizie sulla contrattazione enti locali

Notizie enti locali Da un articolo apparso su il sole 24 ore di oggi si apprende che la costituzione del fondo della produttività deve essere fatta entro l'anno con relativo accordo decentrato. Per avere risorse aggiuntive da parte degli enti e cosi' incrementare la parte variabile del fondo va concluso l'accordo decentrato entro l'anno corrente. Niente di nuovo. Una avvertenza, tuttavia, che potrebbe indurre a qualche riflessione non solo legata alle nuove regole di bilancio e di contabilità .  Una delibera della sezione di controllo della Corte dei Conti della Lombardia (la n. 226/2016)  offre indicazioni non nuove ma richiama semplicemente al rispetto dei patti di stabilità per il passato e al non superamento della spesa di personale  Il fondo della contrattazione 2016 non  dovrà quindi superare quello del 2015. Nel tetto del fondo vanno esclusi invece alcuni incentivi  come quelli per tecnici e avvocatura,  eventuali risparmi derivanti dall'anno precedente. …

Finanziamenti europei all'Italia. A proposito del piano Juncker

Per l'Europa l'Italia è al primo posto per i finanziamenti alle imprese. Ma dove finiscono questi soldi? Il Piano Juncker deciso dalla Ue per favorire i processi di ammodernamento e di innovazione tecnologica per le piccole e medie imprese prevede, a detta della Ue, una montagna di finanziamenti per l'Italia A dire il vero non sono solo parole, esiste un ampio corredo statistico della Banca europea per gli investimenti a partire dal 2015. Forse sarebbe il caso di capire dove siano finiti, e finiranno, questi soldi, i beneficiari e i progetti innovativi che saranno realizzati , del resto si parla di cifre colossali , circa 25 miliardi di euro , il 15% dei quali destinati all'Italia La cabina di regia è a Bruxelles, lo strumento il Fondo europeo per gli investimenti che ha già  approvato  oltre 200  operazioni.  Da anni abbiamo una industria che non investe e non innova, la caratteristica del sistema produttivo italiano è invece la riduzione del costo della manodope…

Il mantra della produttività:...Qualche idea sulla prossima manovra economica

La legge di Bilancio di fine anno non riserva grandi sorprese. Sullo sfondo dello scontro interno all'Ue (Italia che vorrebbe aumentare l'indebitamento rispetto al Pil stagnante come merce di scambio per il terremoto e l'arrivo sulle coste siciliane di decine di migliaia di migranti per la accoglienza dei quali non esiste alcuna seria ed efficace politica europea) avremo la detassazione del premio di produttività e l'ennesimo pacchetto di decontribuzioni Basteranno simili misure per far ripatire l'economia? Giocare, perché l'azzardo è la politica del Governo come dimostra il fallimento palese del jobs act, sul premio di produttività che sale da 2000 a 3.000 euro, se non 4.000 (contro gli attuali 2.500 euro) in presenza di coinvolgimento paritetico dei lavoratori. Si sta decisamente mirando a due obiettivi: allargare la platea della contribuzione a redditi fino a 80 mila euro annui (oltre il triplo di quanto guadagna un operaio specializzato), ristrutturare …

Ciao Adriana

Dopo una lunga malattia ci ha lasciato Adriana Demuro. Tra le fondatrici del cobas scuola di Pisa, Adriana era stata attiva nelle battaglie sindacali e politiche. Negli ultimi tempi si era avvicinata al Movimento 5 stelle dopo una lunga militanza in Rifondazione Adriana è stata una compagna generosa che ha combattuto con tenacia una lunga e dolorosa malattia, l'ha fatto a testa alta senza mai perdere il contatto con la realtà , coltivando le sue durevoli passioni politiche e sociali. Un abbraccio alla famiglia di Adriana e ai compagni che l'hanno apprezzata e amata

Ciao Mirella

Alle soglie dei 90 anni ci ha lasciato Mirella Vernizzi. Mirella era la memoria storica dell' Anpi pisana, giovane staffetta partigiana e attiva sostenitrice dei diritti delle donne nell'immediato dopoguerra quando quartiere per quartiere organizzava riunioni e assemblee. Mirella era una forza della natura che fino a pochi mesi fa potevi incontrare sotto il sole cocente di un pomeriggio estivo o a passeggiare con temperature sotto lo zero. Caparbietà, determinazione ma anche una infinita dolcezza che l'avevano portata a girare per le scuole a raccontare la resistenza. Una donna forte che non perdeva mai il sorriso, una compagna con la quale abbiamo anche dissentito ma che resta nei nostri cuori La vogliamo ricordare con parole semplici, certi che neanche lei avrebbe apprezzato la retorica del ricordo, soprattutto quella di chi ogni giorno calpesta la costituzione materiale e l'antifascismo Un abbraccio ai figli e ai familiari

Piaggio: profitti alle stelle, ma si contrinuano a perdere posti di lavoro e cresce la miseria degli operai

La Piaggio chiude i primi 9 mesi del 2016 con un utile netto di 19,2 milioni di euro, che statisticamente corrispondono a un + 4,6%. I dati non ingannano e mostrano che i ricavi derivanti alla borsa sono in costante aumento, Piaggio non è una azienda in crisi, diminuisce il suo indebitamento e solo nei primi nove mesi del 2016 ha venduto nel mondo 411.700 veicoli, con aumento di quasi il 4% delle vendite realizzate nello stesso periodo del 2015 (396.200 unità). Piaggio conserva, anzi rafforza la leadership nel mercato europeo delle due ruote con una quota di mercato del 15,5% che nel segmento degli scooter raggiunge quota 25,9% . Piaggio è quindi una azienda in salute, aumenta i suoi profitti, vende piu' mezzi, rafforza la sua fetta di mercato, abbatte il debito. Questi dati stridono invece con la realtà , tra delocalizzazioni, disinvestimenti, aziende (vedi Ristori) che stanno per licenziare una buona parte degli operai o ricorrono agli ammortizzatori sociali I risul…

Tra Iscot e Ristori....dal coordinamento lavoratori e lavoratrici

A proposito dell'O.d.G. su “Ristori e Iscot” da parte del Comitato direttivo Fiom Cgil di Pisa del 17/10/2016 La presa di posizione del Direttivo provinciale Fiom sulle vertenze Ristori ed Iscot è grave ed offensiva perché scarica su altri le proprie responsabilità. Se la Fiom vuole sostenere le lotte dei lavoratori e degli operai, deve partecipare attivamente e, come si suole dire, rimboccarsi le maniche, come fanno altri. Non si può stare alla finestra … e separare i “buoni” dai “cattivi”. Se la Fiom pensa di aver fatto tutto il possibile per salvaguardare i posti di lavoro alla “Ristori”, bene. Se così sarà, noi saremo soddisfatti per i lavoratori e le lavoratrici della “Ristori”. Sulla Iscot, invece, ci permettiamo di affermare che così non è stato da parte della Fiom, ad esclusione di alcuni delegati ed operai della Piaggio i quali, giustamente e legittimamente, hanno sostenuto questa lotta. Il Direttivo Fiom non può trincerarsi dietro al fatto che “si è voluto tenere fuori…

La giusta contestazione alla cittadinanza onoraria a Magdi Allam a Cascina

Oltre cinquanta cittadini\e hanno contestato la cittadinanza onoraria a Magdi Allam. Al di là di chi avesse indetto il presidio era scontata la presenza a un atto di civiltà in contrasto con la cittadinanza onoraria a chi viene contestato anche da destra per le sue posizioni . Basta leggere uno storico illustre come Franco Cardini, che non fa mistero della sua militanza di estrema destra tra gli anni cinquanta e sessanta, per confutare le tesi di Allam in difesa del quale scende invece il Giornale con un articolo. Consigliamo i commenti all'articolo su Il Giornale http://www.ilgiornale.it/news/politica/sinistra-attacca-allam-razzista-1323991.html per farsi una idea dei contenuti dei sostenitori di Allam, le cui tesi sull'islam sono a detta di molti storicamente infondate. Si arriva, sulle pagine de Il Giornale, a ricordare la cittadinanza onoraria,  a Cascina, nel 1988 a Silvia Baraldini che sconto' 23 anni di galera nelle carceri Usa da innocente  ma che viene ribattez…

informativa della rsu comune di Pisa sulla contrattazione decentrata

Trattativa sul decentrato. Informativa rsu Giovedi’ 27 Ottobre si è tenuta la delegazione trattante sul contratto decentrato La Rsu ha portato al tavolo le seguenti proposte Conferma delle risorse per il prossimo triennio in modo da avere un incremento sicuro. Progressioni orizzontali (peo) per tutto il personale iniziando dai b e dai c. Le peo si finanziano con la parte stabile del fondo e la nostra richiesta è assicurare la progressione a tutto il personale entro e non oltre un triennio (meglio due anni) Salvaguardia di una distribuzione equa del fondo. Uno strumento potrebbe essere quello di rivedere i criteri di erogazione della produttività garantendo a tutti la progressione economica ma distribuendo i restanti soldi del fondo con attenzione alle categorie piu’ basse La parte pubblica dovrà dare una risposta al sindacato entro la prossima settimana Se ci saranno risposte positive alle nostre richieste il contratto che andremo a sottoscrivere avrà questa struttura: 1. FONDO …

Usa e Cuba....cosa bolle in pentola?

Nei giorni scorsi, secondo i grandi mass-media internazionali, il governo statunitense ha allentato il blocco economico contro Cuba. Il presidente Barack Obama ha infatti emesso una Direttiva presidenziale per rendere “irreversibile” l’apertura verso l’isola. Una Direttiva grazie alla quale “consolida” i cambiamenti adottati dal suo governo, nel quadro di una normalizzazione bilaterale che cerca di promuovere un “maggiore impegno” tra i due Paesi. Secondo la vulgata dominante, la nuova politica vuole migliorare i rapporti tra i due governi, l’espansione del commercio bilaterale ed alleviare le restrizioni sulle rimesse tra le due nazioni, decisione che risponde a necessità umanitarie, di viaggio e di studio. Insieme alla Direttiva presidenziale, il Dipartimento del Tesoro e quello del Commercio hanno annunciato altre misure di flessibilizzazione al blocco, destinate a facilitare la collaborazione scientifica, l’aiuto umanitario ed a rafforzare il commercio bilaterale, compreso quell…

Grandi opere e malaffare. Esistono gli anticorpi negli enti pubblici?

comunicato stampa Grandi opere e malaffare L'inchiesta della Magistratura ci auguriamo faccia chiarezza su quanto successo ma da mesi leggiamo notizie di arresti e inchieste che ruotano attorno agli appalti e alle grandi opere Siamo certi che gli enti pubblici abbiano acquisito i necessari anticorpi e gli strumenti di controllo ? Dubitiamo fortemente, di certo attorno agli appalti per la realizzazione di grandi e piccole opere si muovono  corruttela e illegalità che approfittano anche di un sistema pubblico che non funziona. Già un anno fa quando scoppiò il “caso” con la rimozione dall'incarico di responsabile del cantiere di De Michelis  e una sua successiva lettera ci fu un dibattito in Seconda Commissione di Controllo e Garanzia  del comune di Pisa ma i cittadini sono rimasti all'oscuro del problema.  Eppure  non mancano denunce sulla stampa dei meccanismi con i quali i lavori vengono assegnati e i negativi impatti ambientali che ne derivano, il che dovrebbe indurre …

Patti chiari, sudditanza lunga

L’arte della guerra Patti chiari, sudditanza lunga Manlio Dinucci Dopo aver chiamato gli italiani a votare Sì al referendum, ingerendosi nella nostra politica nazionale col complice silenzio dell’opposizione parlamentare, il presidente Obama ha confermato al «buon amico Matteo» che con l’Italia gli Usa hanno «patti chiari, amicizia lunga». Non c’è dubbio che i patti siano chiari, anzitutto il Patto atlantico che sottomette l’Italia agli Usa. Il Comandante supremo alleato in Europa viene sempre nominato dal Presidente degli Stati uniti d’America e sono in mano agli Usa tutti gli altri comandi chiave. Dopo la fine della guerra fredda, in seguito alla disgregazione dell’Urss, Washington affermava la «fondamentale importanza di preservare la Nato quale canale della influenza e partecipazione statunitensi negli affari europei, impedendo la creazione di dispositivi unicamente europei che minerebbero la struttura di comando dell'Alleanza», ossia il comando Usa. Concetto ribadit…

Assumere negli enti locali e nelle rsa è una assoluta priorità

Assumere nei comuni è possibile e necessario L’Assemblea nazionale dell'Anci  tenutasi a Bari ha ribadito la urgente necessità di assunzioni negli enti locali ma in numerosi enti anche il decreto di mezza estate che sblocca le assunzioni per vigili e maestre non viene preso in considerazione I dati sono incontrovertibili, abbiamo perso piu' di 60.000  posti di lavoro nel periodo tra il 2007 e il 2014 (13% del totale)  il personale cessato dal servizio nel 2014 e nel 2015 è stato sostituito solo in minima parte Le previsioni assunzionali per la prossima legge di stabilità non rispondono alle reali esigenze soprattutto per comuni e sanità . I sindaci scrivono quanto noi abbiamo piu' volte denunciato, peccato che poi si dimentichino di avere dato un esplicito assenso alle stesse normative che hanno limitato i fondi agli enti locali e reiterato il parziale blocco del turn over Il limitato turn over consentito dall’ultima legge di stabilità non è sufficiente per garantire i…
al personale comunale caro\a collega, nelle ultime settimane sono usciti vari documenti di approfondimento sulla contrattazione di secondo livello basta cercarli sul blog http://delegati-lavoratori-indipendenti-pisa.blogspot.it/ Detto cio' inseriamo sotto gli importi della produttività come vedrete, le differenze tra un b , un c e un d sono contenute e dipendono dal contratto nazionale qualora dovessimo fare le Peo, le progressioni orizzontali, la quota di salario accessorio destinato ai d sarebbe in grande aumento con un evidente squilibrio rispetto ai b e ai c penso che i d abbiano gli stessi diritti degli altri e personalmente giudico sbagliato che si neghino alcuni servizi come l'elettorale ai d, questa decisione poteva avere un senso un tempo con oltre 1000 dipendenti ma oggi assume altro significato Le progressioni si fanno con la parte fissa del fondo, restano in busta paga e sono convenienti ma allo stesso tempo impegnano la parte fissa del fondo con una sua distribu…

basta voucher all'ombra degli enti locali dell'area pisana

A seguire il comunicato stampa inviato oggi Basta voucher nei comuni della provincia di Pisa Ci rivolgiamo come delegati e lavoratori indipendenti ai sindaci dell'area Pisana Nei primi mesi dell'anno i buoni lavoro hanno superato quota 96 milioni , un ricorso da parte di aziende che nei fatti hanno sostituito regolari contratti a tempo indeterminato e determinato ricorrendo a queste forme di precarietà assoluta I dati dimostrano che gli effetti del jobs act sulla occupazione non sono stati quelli sperati (non certo da noi che avevamo idee molto chiare sulla negatività delle nuove norme in materia di lavoro), alle assunzioni sono ben presto subentrati i licenziamenti per giusta causa, una volta terminati gli 8000 mila euro di sgravi alle imprese. Ormai sono centinaia di migliaia le aziende che approfittano dei voucher, una sorta di lavoro nero legalizzato, di un impiego quasi semigratuito vista la esiguità dell'ammontare dei buoni. I voucher stanno anche soppiantando …

L'ascesa dello smart working

Il lavoro agile, o se preferite usare il termine anglosassone che tanto è di moda e fa apparire modern, lo smart working, attende da tempo una legge che ne disciplini l'attività, attualmente è al Senato Ma il lavoro agile già esiste, non ha bisogno di una legge dello stato visto che a renderlo lecito ci hanno pensato cgil cisl uil con svariate intese contrattuali e accordi collettivi l’articolo 2 del decreto datao 25 marzo 2016 (dedicato alla detassazione dei premi) forniva già una prima descrizione del lavoro agile, una sorta di esecuzione flessibile di attività subordinata Sarebbe sbagliato definire il lavoro agile una ulteriore tipologia contrattuale, nei fatti è qualcosa di piu', l'esaltazione di una attività lavorativa realizzata con tutti gli strumenti possibili della flessibilità, quella flessibilità che fa risparmiare il datore di lavoro evitando di predisporre una postazione di lavoro fissa, ridurre cosi' costi di vario tipo e avere a disposizione un…

Mangiare male, non mangiare tutti

Per la Coldiretti il carrello della spesa in 10 anni pesa 2,5 kg in meno. Merito del mangiar sano, di abitudini alimentari salutisti o della crisi di potere di acquisto sempre piu' drammatica? Intanto partiamo da alcune considerazioni: cresce il numero delle ipetensioni e dei casi diabetici, allo stesso tempo il consumo di carne e soprattutto di pesce è in calo e non certo per il diffondersi di culture vegane e vegetariane ma per i costi Se acquistare del pollo (non importa come venga allevato) è ancora alla portata di tutti\e, altro discorso vale per il pesce divenuto un lusso per tanti italiani il cui consumo spesso si riduce a quello azzurro piu' conveniente se acquistato al banco del reparto in offerta. Sempre piu' italiani dichiarano di essere in dieta ma la vera dieta la fanno le famiglie italiane, molte delle quali affermano di avere ridotto i consumi non per rispettare i dettami di una alimentazione piu' sana ma solo per mancanza di soldi Cresce il consumo…

Il patto della fabbrica di Confindustria con i sindacati

Confindustria a Cgil Cisl Uil: «Un confronto per la crescita, per l’industria e per combattere le disuguaglianze» Ci eravamo soffermati, giusto ieri, sulla parola magica della produttività nel nome della quale stanno costruendo un modello di contrattazione 0.0 , oggi in chiusura di un Convegno apprendiamo che Confindustria ha proposto un patto ai sindacati Intanto vediamo i cosiddetti attori della fabbrica che per noi erano e restano chi nella fabbrica ci lavora e contribuisce a produrre plusvalore, non certo i sindacalisti distaccati che nei reparti, se va bene, ci stanno uno o due giorni la settimana Cosa propone Confindustria? Niente di nuovo in effetti ma nuova è l'enfasi con cui lancia la proposta, una sorta di patto per combattere le disuguaglianze e far ripartire la produttività mettendo al centro la la politica economica. Non dimentichiamo che in estate sindacati e Confindustria hanno costruito una piattaforma comune sull'ampliamento degli ammortizzatori sociali …

aumentà l'età pensionabile e diminuisce l'assegno previdenziale

Con la scusa dell' aspettativa di vita aumenta la vita lavorativa , ricordiamo che solo nel 2016 sono aumentati di 4 mesi i termini per la pensione di vecchiaia e per le pensioni anticipate) Risultato? LA forza lavoro è sempre piu' vecchia con l’aumento di 18 mesi dei requisiti per la vecchiaia delle lavoratrici dipendenti e di 12 mesi per le autonome Conti alla mano nel 2016 avremo rispetto al 2015 un calo delle pensioni pari al 26,5% . Ad essere penalizzate sono soprattutto le pensioni di vecchiaia, i dati Inps non lasciano dubbi: da 161.528 dell’intero 2015 a 77.755 nei primi 9 mesi del 2016 Ma non cala solo il numero delle pensioni ma anche l'importo degli assegni previdenziali e sempre piu' diminuirà nei prossimi anni con il calcolo sul sistema contributivo

La misteriosa trattativa tra sindacati e confindustria sulla produttività

Ne stanno discutendo da mesi e parlare di produttività significa destrutturare i contratti nazionali e quelli di secondo livello Una trattativa che vede protagonisti i segretari confederali e la Confindustria e ovviamente esponenti di punta del Ministero del Lavoro Tra i contratti rinnovati valga solo l'esempio di quello dell'igiene ambientale con aumento dell'orario di lavoro e misure atte a restringere ulteriormente, definitivamente, il diritto di sciopero. Ce ne sono ben 25 in attesa di rinnovo sullo sfondo delle riforme costituzionali (rafforzamento degli esecutivi a discapito della democrazia o di quel poco che ne resta) e i processi di ristrutturazione in atto delle filiere come ricorda Confindusria Milioni di lavoratori per i quali si prospettano contratti che non recupereranno potere di acquisto e abbatteranno le tutele fino ad oggi esistenti Si va facendo strada una sorta di «grande patto sociale tra chi rappresenta il lavoro ed anche tra i rappresentanti del mo…

Sanità: fuori i conti del Governo

«Aspettiamo i numeri, quelli veri», lo scrivono i Governatori delle Regioni a proposito della manovra che il Governo licenzierà a fine anno. Ma corrisponde a verità il finanziamento di Renzi alla sanità? Dai primi conti sembrerebbe proprio di no, del resto i numeri parlano chiaro: tra infermieri, medici e altre figure sanitarie , il fabbisogno reale supera 30 mila unità, i finanziamenti accordati al rinnovo dei contratti pubblici(più di 3 milioni di lavoratori\trici) comprendono anche i fondi per assumere medici e infermieri Sarebbero confermati i due miliardi in più per il fondo sanitario ma non saranno quei soldi che il Governo aveva promesso e poi negato? I giornali e i media non ricordano ma noi sì Trattasi di fondi vincolati a prestazioni sanitarie, sarebbe il caso di aprire una confronto reale sul loro utilizzo Ma attenzione ai facili entusiasmo perché se da una parte il Governo destinerà piu' soldi, dall'altra ci saranno tagli magari con una ennesima spending re…

graduatorie concorsuali e mobilità

Il Comune di Pisa non vuole attingere dalle graduatorie concorsuali Al contrario di quanto avviene nei comuni di Livorno e di Firenze (solo per menzionarne due), al Comune di Pisa non si intende assumere dalle graduatorie concorsuali vigenti ma solo attraverso la mobilità da altri comuni. Un inutile aggravio di costi visto che già esiste una graduatoria concorsuale per la Polizia municipale che scadrà, a meno di qualche proroga, il 31 dicembre prossimo Allo stato attuale, alla Pm di Pisa , ci sono 130 dipendenti, 60 dei quali con mansioni di ufficio. A detta dell'amministrazione l'organico dovrebbe essere sopra 160 unità, lo stesso dirigente avrebbe avanzato la richiesta di almeno 21 assunzioni, richiesta caduta nel dimenticatoio e non considerata come tutte le altre istanze di fabbisogno provenienti dalle direzioni comunali. Nel frattempo non c'è traccia del nuovo piano triennale di assunzioni e anche le normative approvate questa estate, per gli enti locali, non hanno…

Dibattito sul debito pubblico a Livorno

NELLA   SETTIMANA DEDICATA AL DEBITO BUBBLICO DAL 20 AL 27 Ottobre 2016 ALBA, GIGA, ASSOCIAZIONE ITALIA NICARAGUA, WILPF, LIBERA UNIVESITA’ POPOLARE, ITALIA CUBA ORGANIZZANO GIOVEDÌ 20 OTTOBRE 2016, ORE 9 – 14 PER STUDENTI E STUDENTESSE DELLE SUPERIORI PRESSO AULA MAGNA ISIS NICCOLINI – PALLI, VIA GOLDONI 26, LIVORNO   Incontro DI STUDIO con  FRANCUCCIO GESUALDI e SIMONA REPOLE E LAVORI DI GRUPPO CON TUTORS     GIOVEDI’ 20 OTTOBRE 2016, Ore 17-19 Salone della Provincia, P.zza Municipio 4, Livorno     INCONTRO SUL DEBITO PUBBLICO: CAUSE, INTERROGATIVI, ALTERNATIVE CON I RELATORI FRANCUCCIO GESUALDI Studioso di economia, saggista, collabora con la rivista Altreconomia, coordina il Centro Nuovo Modello di Sviluppo. SIMONA REPOLE Funzionaria Comune di Rosignano, esperta di finanza pubblica locale, lettura partecipata dei Bilanci Comunali, fa parte dell’Osservatorio sul Bilancio Comunale (OBC) di Livorno.   Durante tutta la settimana dal 20 al 27 Ottobre, nell’atrio della Provincia di …

Voucher: facciamo il punto

I dati diffusi dall'Osservatorio Inps parlano della grande ascesa dei voucher Per tacere le critiche sempre piu' numerose , e articolate, verso l'utilizzo dello strumento voucher al posto di regolari contratti, il Governo ha deciso alcuni correttivi con il Dlgs 185/2016 prevedendo una procedura di comunicazione preventiva (non per tutte ma solo alcune categorie di committenti) ma nulla ha detto degli obblighi teoricamente già esistenti. Ci ha pensato l’Ispettorato nazionale con una comunicazione che a detta de Il sole 24 ore applicherebbe una lettura eccessivamente rigida delle normative da adempiere Vediamo allora i futuri scenari La prima comunicazione del datore di lavoro dovrebbe partire all'acquisto dei voucher , ovunque l'acquisto avvenga (Inps, poste, un semplice tabaccaio, una banca...) comunicando nome e cognome del prestatore d'opera, il suo codice fiscale e il luogo di utilizzo della prestazione A ogni singola prestazione il committente deve c…

Presidio dei lavoratori di Italia online di Pisa per scongiurare licenziamenti

Solidarietà con i lavoratori di Italia online Su un giornale di finanza leggevamo giorni fa del piano di rilancio di Italia On line, peccato che per rilancio si intenda solo il taglio dei posti di lavoro per circa 38 milioni. Sono questi i contenuti del piano industriale 2016-2018 della nuova Italiaonline , la societa'  presente anche a Pisa, nel polo logistico di Cascina, che nacque  "dalla fusione per incorporazione della prima internet company nazionale nella vecchia Seat Pagine Gialle" . Il management aziendale prevede 700 licenziamenti , inclusi i lavoratori gia' a zero ore ma allo stesso tempo si parla di almeno 100 nuove assunzioni con   diverse e specifiche competenze tecnico-professionali. Come è possibile licenziare 700 lavoratori\trici rinunciando a riqualificarli e poi assumere 100 dipendenti? Non sarà che le prossime assunzioni saranno all'insegna della massima precarietà con delocalizzazioni delle attività verso altri paesi. Nel frattempo le quota…

Viareggio: dall'assemblea 29 Giugno....

Volantino diffuso ieri, 18 ottobre, di fronte al Tribunale di Livorno da una delegazione di Assemblea 29 giugno e familiari della strage. Il giudice del lavoro Nannipieri si è fatto trasferire (o è stato trasferito) da Lucca a Livorno ed è, quindi, indispensabile ricordarGli il "disastro" che ha provocato confermando il licenziamento del sottoscritto voluto e deciso dal cav. Moretti sig. Mauro. Voglio ringraziare quanti e quante non hanno dimenticato e non hanno voluto e non intendono mollare la vicenda di questo licenziamento, che come scrive l'Associazione dei familiari "Il Mondo che vorrei", nel documento approvato, oramai, da numerosi Consigli comunali, è "... strettamente e indissolubilmente legato alla tragica notte del 29 giugno 2009". Processo per la strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009 e licenziamento di Riccardo Antonini Il 20 settembre 2016, dopo la requisitoria di ben 6 udienze, i pubblici ministeri della Procura di Lu…

Il bluff del jobs act

I dati diffusi da Inps dimostrano eloquentemente il bluf del jobs act Se prendiamo il periodo compreso tra il 1 Gennaio e il 30 agosto 2016 e confrontiamo i dati con quelli dell'anno precedente son solo dolori per il Governo della precarietà. Nel periodo appena menzionato si registrano ben 395 mila contratti a tempo indeterminato in meno che in percentuale corrispondono a -32,9% E quando parliamo di contratti a tempo determinato si includono anche le assunzioni stagionali, anch'esse in calo rispetto al 2015 Perchè crollano le assunzioni a tempo determinato? Perchè ci sono meno incentivi a fondo perduto per le imprese che nel 2015 avevano anche il totale abbattimento dei contributi previdenziali per ben 36 mesi Ma un altro dato incontrovertibile è quello della trasformazione dei contratti a tempo indeterminato, il calo supera il 35%, insomma pochi dati che da soli smentiscono le bugie del Governo Renzi sulla creazione di nuovi posti di lavoro e sulla ripresa dei consumi …

Comune di Pisa:progressioni orizzontali..Peo o non Peo?

PEO o non PEO Nell'ultima delegazione trattante (13 Ottobre) la RSU ha portato le sue posizioni sui regolamenti proposti dall'amministrazione, quello sui tecnici (provvisorio) e sull'avvocatura , le organizzazioni territoriali non hanno avuto niente da aggiungere od eccepire al lavoro svolto dalle componenti eletti nella lista cobas e cgil. Nella occasione è stata anche sintetizzata la proposta della RSU assunta a maggioranza nell'ultima riunione alla quale alcuni delegati hanno ben pensato di non presentarsi. L'idea era quella di rinviare al 2017 le progressioni orizzontali o destinare alle stesse una cifra contenuta nel contratto decentrato 2016. In questi anni vediamo la supina accettazione del D.Lgs. 150/2009 e la divisione “imposta per legge” di lavoratrici e lavoratori in tre fasce di merito che, anche se apparentemente non applicate, hanno creato i presupposti per nuove gabbie salariali e divisioni crescenti. La legge Brunetta poi si applicherà con la fi…

Contratti pubblico impiego: non è oro tutto cio' che luccica

Dal consiglio dei Ministri apprendiamo che la cifra erogata al rinnovo dei contratti nazionali sarà di 1,9 miliardi di euro. Vittoria sindacale o piuttosto una manovra elettorale per guadagnare consensi al Si nel referendum del 4 Dicembre? E questi fondi in quale aumento contrattuale si tradurranno? a quanto ammonteranno i fatidici aumenti contrattuali? Difficile, anzi quasi impossibile saperlo, occorre fare attenzione perché la cifra ,di per sé insufficiente a recuperare il potere di acquisto perduto con sette anni di blocco della contrattazione, è onnicomprensiva prevedendo 500 milioni per le forze dell’ordine e i fondi necessari a 10 mila assunzioni annunciate da Renzi per la sanità, una goccia in un mare di precarietà e di carenze di organico che ha raggiunto dimensioni tali da mettere a rischio anche la erogazione dei servizi Quindi i soldi per i contratti saranno ancora meno di quelli annunciati, nessuna rimozione del blocco alle assunzioni e cambiamenti radicali nella con…

Siria chiama Ucraina....Ucraina chiama Siria

intervento di Calchi Novati Usa/Russia. Le guerre sono "locali", la posta in gioco è globale. Sulla durezza delle politiche di Washington e Mosca si può discutere, ma è l'America che manifesta le maggiori contraddizioni Dopo le manovre e le provocazioni è venuto il momento degli hackers, dei moniti formali e della dislocazione di missili e truppe. Sulla durezza delle rispettive politiche fra Usa e Russia si può discutere. Ma la parte che manifesta le maggiori contraddizioni è sicuramente l’America. Le posizioni delle due potenze nel teatro siriano – giunte vicinissime allo scontro nella battaglia di Aleppo (9 mila miliziani, quasi tutti jihadisti, e 275 mila civili sotto assedio) – possono essere sintetizzate così. La Russia è pronta a combattere fino all’ultimo uomo (intanto siriano) pur di prorogare la tenuta al governo di Bashar al-Assad e garantire le proprie residue posizioni strategiche nell’area: il filo diretto con Damasco e la base navale di Tartus. Gli Stat…

Il ruolo di Usa e Nato nel rapporto della Ue con la Cina

intervento di Manlio Dinucci Vado subito al nodo della questione. Penso che non si possa parlare di relazioni tra Unione europea e Cina indipendentemente dall’influenza che gli Stati uniti esercitano sull’Unione europea, direttamente e tramite la Nato. Oggi 22 dei 28 paesi della Ue (21 su 27 dopo l’uscita della Gran Bretagna dalla UE), con oltre il 90% della popolazione dell’Unione, fanno parte della Nato, riconosciuta dalla Ue quale «fondamento della difesa collettiva». E la Nato è sotto comando Usa: il Comandante supremo alleato in Europa viene sempre nominato dal Presidente degli Stati uniti d’America e sono in mano agli Usa tutti gli altri comandi chiave. La politica estera e militare dell’Unione europea è quindi fondamentalmente subordinata alla strategia statunitense, su cui convergono le maggiori potenze europee. Tale strategia, chiaramente enunciata nei documenti ufficiali, viene tracciata nel momento storico in cui cambia la situazione mondiale in seguito alla disgregazio…

Igiene ambientale:nasce il coordinamento nazionale . Sciopero il 12 dicembre

COORDINAMENTO NAZIONALE PER IL NO Il 16 ottobre, a Firenze si è riunita la prima assemblea nazionale dei comitati per il NO agli accordi del 10/12 luglio sul rinnovo del CCNL dell’Igiene Ambientale siglato dalle segreterie dei sindacati confederali CGIL-CISL-UIL e dalla FIADEL. L’assemblea considerando che la maggioranza della forza lavoro del settore, laddove ha potuto pronunciarsi, ha bocciato nettamente tali accordi decide di costituire un coordinamento nazionale stabile per dar vita ad una mobilitazione generale della categoria su una piattaforma alternativa e dal basso che sia reale espressione degli interessi reali dei lavoratori. - PER UN CONTRATTO UNICO DI SETTORE - PER AUMENTI SALARIALI REALI SVINCOLATI DAL FINANZIAMENTO FORZOSO DEGLI ENTI BILATERALI - PER IL RICONOSCIMENTO DEL CARATTERE USURANTE DEL NOSTRO LAVORO - NO ALL’AUMENTO DELL’ORARIO E DEI CARICHI DI LAVORO - NO ALL’INTRODUZIONE DEL LIVELLO S - PER GARANTIRE LE TUTELE PREVISTE DALL'ARTICOLO 18 SULLA SALVAGUAR…

Il bluff sull'ape social (e non parliamo del mezzo a 3 ruote)

I sindacari hanno accettato la legge Fornero e non chiedono come sarebbe logico e doveroso, l'anticipo dell'età pensionabile. Per questo hanno partecipato a incontri sulle pensioni senza mai mettere in discussione l'impianto previdenziale del Governo,ora si scopre che le promesse governative ai sindacati in materia pensionistica, promesse al massimo ribasso, non saranno rispettate. E' di ieri la notizia che il Governo intende restringere il numero di quanti andranno in pensione prima del tempo a costo zero, con i contributi pagati dallo stato, parliamo dei contributi mancanti per raggiungere i requisiti previdenziali previsti dalla Legge Fornero. Per capire come sta andando la trattativa, ancora una volta, siamo costretti a ricorrere al giornale di Confindustria, i padroni si sa sono piu' chiari dei sindacati che raccontano storielle su trattative che in realtà sono solo vergognose rese, una capitolazione agli interessi padronali. Dal 1 maggio 2017 gratuita sarà…

la verità sulla trattativa per il rinnovo dei contratti nel pubblico impiego

CCNL PI: DOPO 7 ANNI DI BLOCCO ILLEGITTIMO CI DEVOLVETE L’ELEMOSINA? LA VERITà FA MALE MA LE MENZOGNE DI PIU' Stando alle prime anticipazioni, invece dei 7 miliardi di € che servirebbero per recuperare la perdita di potere d’acquisto dei lavoratori del pubblico impiego, per il rinnovo del CCNL ci vengono offerti 900 milioni di €, che sono sempre meglio della prima imbarazzante proposta di 300 milioni, ma sempre molto ma molto lontani dalle reali necessità dei lavoratori. Secondo calcoli approssimati sul mancato recupero del salario dei dipendenti pubblici, la cifra per un rinnovo dignitoso e capace di restituire potere di acquisto alle buste paga non sarebbe inferiore ai 5 miliardi di €, mentre i 900 milioni di € proposti dal Governo per il rinnovo del contratto del PI, sono molto vicini ad un elemosina piuttosto che ad una proposta dignitosa e rispettosa verso chi continua a tirare la cinghia: Vogliamo un contratto vero non l’elemosina!!! Da 7 anni siamo senza contr…