Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2016

Colletta sindacati e confindustria?. Non in nostro nome

Donare un’ora di lavoro per la ricostruzione delle aree devastate dal terremoto? La nostra risposta sarebbe positiva se fossimo sicuro che questi soldi saranno destinati ad opere decise con la popolazione colpita dal sisma, se invece si tratta di fondi a uso e consumo della propaganda Governativa rispondiamo di no
La generosità dei lavoratori è stata strumentalizzata ad altri fini, basti ricordare le sottoscrizioni in occasioni di altri eventi drammatici
Se poi sindacati cgil cisl uil e confindustria decidono una iniziativa unitaria, cosa dovremmo aspettarci? Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, «di fronte alla drammaticità del sisma che ha colpito le popolazioni del Centro Italia» ieri hanno siglato un accordo  per attivare un «Fondo di intervento a favore delle popolazioni del Centro Italia» nel quale confluiranno contributi volontari da parte dei lavoratori di tutto il territorio nazionale, pari a un’ora di lavoro e un contributo equivalente, per ogni lavoratore, da parte delle impre…

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE PER LA STAZIONE E PISA SUD: FACCIAMO IL PUNTO

DELEGATI E LAVORATORI INDIPENDENTI PISAPROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE PER LA STAZIONE E PISA SUD: FACCIAMO IL PUNTO
Il Bando del Ministero, approvato il 25 Maggio 2016, si sostanzia nella riqualificazione delle periferie (progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta ).
Il bando è stato presentato recentemente dall'Assessora Zambito(Nazione Pisa 28 Agosto 2016 LA CITTA' CHE CAMBIA pagina 11). La Giunta Comunale, con la delibera 154 del 29 Agosto 2016, ha approvato il progetto da presentare al ministero. Da notare che alla delibera non hanno partecipato gli Assessori Serfogli e Capuzzi. Inoltre non era presente il Segretario Generale Dott.ssa Marzia Venturi.  Assenze pesanti dovute alle ferie? Nulla di grave, la Giunta adotta in genere solo atti di indirizzo, ma ci premeva far notare come l'adozione di un atto importante  per cambiare il volto di parte della città non si…

SERVIZI EDUCATIVI AL COMUNE DI PISA:IN 3 ANNI SI SONO PERSI QUASI 40 POSTI DI LAVORO

COMUNICATO DELEGATI\E ELETTI NELLA LISTA COBAS
RSU INDIPENDENTI
COMUNE DI PISA
Nel momento in cui sono rimossi numerosi blocchi in materia di assunzione  l'amministrazione comunale,  invece di far marcia indietro , persevera nella  privatizzazione  a confermare la volontà politica di dismettere progressivamente i servizi educativi a gestione diretta

Non si spiega in altro modo il rifiuto a rivedere il piano occupazionale (vale  non solo per educatrici e vigili ma anche per altre figure amministrative e tecniche) proseguendo sulla strada che riduce  a 50 il numero delle educatrici, un terzo in meno di dieci anni fa.


In estate ci sono state importanti novità in materia di assunzione per gli enti locali che permettono di rivedere il piano occupazionale, in questo ultimo mese sono caduti nel vuoto gli inviti a un confronto.

Ad oggi non siamo a conoscenza delle relazioni della coordinatrice pedagogica e della dott.ssa Padovan, menzionati dalla dirigente Nassi ma a noi sconosciuti , document…

Pisa città dello sport? Meno parole e piu' fatti

Lo stato di abbandono in cui versano gli impianti sportivi a gestione diretta  del Comune è da anni palese e non si intravedono interventi all'orizzonte.
Da anni il personale che va in pensione non viene sostituito a conferma di un settore in abbandono per volontà politica (magari non dell'assessore allo sport ma della sua amministrazione)
A fine luglio , la Giunta comunale di Pisa ha licenziato le nuove linee di indirizzo in materia di sport (delibera n.141) che meritano alcune riflessioni
Una premessa giusta quella di valorizzare al meglio gli impianti comunali piuttosto che costruirne di nuovi (ricordate gli appetiti speculativi che si aggiravano sulla fantomatica cittadella dello sport nel quartiere don Bosco? Nel frattempo hanno dovuto occupare gli impianti alla Fontina per restituirli all'uso sportivo visto l'abbandono e il degrado in cui gli enti locali avevano lasciato l'area)
Sono passati 3 anni dalla delibera di Giunta che prevedeva l'apertura degli…

Appello a sostegno del Popolo Kurdo

Appello urgente
         Vogliamo  richiamare l'attenzione sull'invasione dello Stato nella Siria settentrionale e nel Rojava. lo facciamo a Pisa per sollecitare il mondo accademico, le associazioni e le realtà sociali a prendere posizione

         L'esercito turco ha invaso la città della Siria settentrionale di Jarablus il 24 agosto 2016 , utilizzando le operazioni anti ISIS come un pretesto. L'operazione è in collaborazione con il braccio siriano di El-Qaida (Jabhat Fatah al-Sham) e di  gruppi come Ahrar El-Sham.

ISIS ha consegnato la città, Jarablus, senza che un solo proiettile sia stato sparato. Questa è una chiara indicazione che c'è stato un accordo preventivo tra le parti che Jarablus doveva rimanere una base per i gruppi salafiti. Perciò Jarablus rimarrà un corridoio per i combattenti stranieri per entrare in Siria e ricevere addestramento, e poi per …

Newsletter n. 34/2016 OSSERVATORIO sulla REPRESSIONE

Speciale Palestina

Do ut des...lo scambio diseguale. Renzi scambia la flessibilità con i soldi dei lavoratori

Lo scambio – Flessibilità contro una delle poche richieste inevase della lettera della Bce del 2011: dare “più rilevanza” al livello aziendale (in sostanza un modo di tagliare i salari). Un articolo di Marco Palombi, da Il Fatto Quotidiano del 24 agosto 2016, ci riporta a quanto già sostenuto ossia che il Governo Renzi si arrampica ormai sugli specchi con un paese fermo e senza crescita, una ripresa occupazionale fittizia e drogata solo dagli incentivi ministeriali delle tutele crescenti del jobs act (ridotti i fondi sono di nuovo crollate le assunzioni al contrario dei voucher che proliferano) Con una economia tra le piu' deboli, un settore pubblico ormai al collasso dopo anni di tagli e di mancati investimenti, la ricerca concepita solo a uso e consumo dei colossi industriali che ricavono profitti dai soldi pubblici, cosa altro dovevamo attenderci dal Governo Renzi se non la offerta di tagliare gli ultimi e residuali diritti in cambio di una revisione delle cifre sul deficit?
A V…

A proposito di Moschea sotto la Torre: l''ossessione dell'Islam della destra

La società civile è il terreno di incontro. Gli italiani hanno uno scarso senso della cosa pubblica. Io sono cattolico ma da buon funzionario pubblico sono per una restaurazione fervente della cosa pubblica. Bisogna insegnare che il vantaggio di ciascuno di noi è il vantaggio di tutti. Che non si buttano i mozziconi per terra, che non si parcheggia in doppia fila, che non si ruba al supermercato. Le virtù civiche sono di tutti e possono essere insegnate ai cristiani, ai musulmani, agli ebrei, agli atei. Poi abbiamo le leggi da rispettare: anche nel diritto islamico c'è il riconoscimento di una forza maggiore, come è appunto una legge. Penso che un Islam europeo lo si possa fare, ci sono Paesi dove è già integrato nella società. Quando parliamo della Francia dobbiamo sapere che là ci sono anche ufficiali dell'esercito di fede musulmana. Ed è una cosa normale. FRANCO CARDINI
Parlare male dell'Islam è di grande aiuto elettorale quando non hai niente altro da proporre. Sembra …

Cessioni di ramo di azienda

Cessione dei rami di azienda e lavoratori
Le tutele reali sono tutte decrescenti anzi nell'arco di pochi anni diventeranno inesistenti
Prendiamo il caso di una cessione di ramo di azienda che fino ad oggi era disciplinata dell’articolo 2112 del Codice civile ( In caso di trasferimento d'azienda, il rapporto di lavoro continua con il cessionario ed il lavoratore conserva tutti i diritti che ne derivano. 
Il cedente ed il cessionario sono obbligati, in solido, per tutti i crediti che il lavoratore aveva al tempo del trasferimento. Con le procedure di cui agli articoli 410 e 411 del codice di procedura civile il lavoratore può consentire la liberazione del cedente dalle obbligazioni derivanti dal rapporto di lavoro.

Il cessionario è tenuto ad applicare i trattamenti economici e normativi previsti dai contratti collettivi nazionali, territoriali ed aziendali vigenti alla data del trasferimento, fino alla loro scadenza, salvo che siano sostituiti da altri contratti collettivi appli…

Terremoti e sanità:quando cura e prevenzione sono sacrificati al business

Prevenire meglio che curare? Dalla sanità ai terremoti non vale piu'
In rete girano numerosi documenti che attestano la assenza di una politica seria in materia di prevenzione, vale per la sanità(migliaia di euro destinati alla riduzione del danno e alla prevenzione di malattie cancellate a colpi di leggi finanziarie) ma anche per la manutenzione del territorio . In Italia da anni si parla di un piano nazionale di adeguamento antisismico, a fronte di un fabbisogno di 1oo miliardi in 7 anni, dal 2009 ad oggi, è stato speso meno di un miliardo, ossia l'1% del necessario. Un altro discorso poi andrebbe fatto su come siano stati spesi questi soldi, un rendiconto dettagliato con relativi costi e benefici, giusto per capire come spendono i nostri soldi. In queste ore Famiglia Cristiana  non lesinava critiche al Governo e al presenzialismo dei politici nazionali e locali, ai giri elettorali a dentro il dramma a promettere investimenti e interventi I morti dell'ultimo sisma non s…

La polemica tra questura e comando della Pm ? I problemi sono altri...

Polemiche inutili di mezza estate: Polizia municipale e questura

Non faremo l'analisi esegetica delle dichiarazioni del Questore o del vicecomandante Migliorini  perché la querelle è destinata a riprodursi in futuro.

La cultura della sicurezza è declinata a senso unico, sempre meno considerata la sicurezza sociale intesa come intervento a tutela delle classi sociali meno abbienti adottando misure contro la dispersione scolastica, l'abusivismo edilizio, per dotare i quartieri di spazi sociali e culturali che fungono da deterrente per i piu' giovani

Vi sembrerà strano ma ogni anno è sempre la stessa storia: la Polizia municipale è sotto organico, 128 unità quando a detta dell'amministrazione comunale ne servirebbero 150.

Quando si potevano assumere vigili, Filippeschi ha fatto ben poco, ora da pochi giorni sono stati rimossi alcuni dei vincoli in materia di assunzione per educatrici e Pm. staremo a vedere l'attenzione e la solerzia con la quale si redigerà un nuovo piano…

Imperversa la crisi dell'industria italiana

comunicato stampa

delegati e lavoratori  indipendenti pisa
Imperversa la crisi dell'industria italiana
I dati non ingannano e stando alle statistiche il ricorso strutturale agli ammortizzatori sociali nasconde la crisi dell'industria italiana,la mancanza di investimenti e di innovazione necessari per una ripresa di cui non intravediamo traccia Per Confindustria è di 390,6 milioni di ore la richiesta  di cassa integrazione da parte delle imprese nei primi sette mesi  del 2016 Se questi dati sono confrontati con il 2015, sono decisamente in calo, il che smentirebbe quanto sopra asserito ma la diminuzione è dovuta alla riforma degli ammortizzatori sociali del jobs act, alla mancata concessione della cassa ordinaria (la cigo) legata a difficoltà temporanee e agli ostacoli ministeriali per la cassa integrazione in deroga che da tempo, per ammissione degli stessi padroni, ha subito un deciso rallentamento
Dati alla mano quindi la cassa se diminuisce è perché ci sono regole che ne ha…

Flussi e riflessioni post elettorali

FLUSSI ELETTORALI E NON SOLO

Da una indagine dell'istituto Cattaneo http://altratoscana.info/wp-content/uploads/2016/08/Valbruzzi-Vignati-Cambiamento-o-assestamento..pdf  scaturiscono dati alquanto interessanti e meritevoli di una riflessione collettiva

Partiamo dal Nord e dalla affluenza al voto, dal 2013 ad oggi il calo si attesta quasi al 19% degli aventi diritto al voto, alle urne si reca ormai meno del 60% degli aventi diritto e Lombardia e Piemonte sono le regioni piu' interessate al fenomeno, basti pensare che se confrontiamo le ultime due elezioni amministrative si perdono circa il 10% degli elettori (10,8% Lombardia, 9,1% Piemonte)

Le regioni industriali per eccellenza sono attraversate da una crescente disaffezione verso le urne, una crisi di rappresentanza coincidente con la crisi economica ed occupazionale

Senza entrare nel dettaglio delle cifre questi dati meriterebbero una paricolare attenzione come anche la crescente massa dei non partecipanti al secondo turno del …

SICUREZZA SUL LAVORO: KNOW YOUR RIGHTS! “LETTERE DAL FRONTE” DEL 09/08/16

Invio a seguire e/o in allegato le “Lettere dal fronte”, cioè una raccolta di mail o messaggi in rete che, tra i tanti che ricevo, hanno come tema comune la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini e la tutela del diritto e della dignità del lavoro. Il mio vuole essere un contributo a diffondere commenti, iniziative, appelli relativamente ai temi del diritto a un lavoro dignitoso, sicuro e salubre. Invito tutti i compagni e gli amici della mia mailing list che riceveranno queste notizie a diffonderle in tutti i modi.
Marco Spezia ingegnere e tecnico della salute e della sicurezza sul lavoro Progetto “Sicurezza sul lavoro: Know Your Rights!” Medicina Democratica - Movimento di lotta per la salute onlus e-mail: sp-mail@libero.it Facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100007166866156
---------------------
INDICE
Paolo Dorigo paolo24101959@yahoo.it COMUNICATO FAO COBAS SULLA STRAGE DI LUGANO
Newsletter AIEA Onlus newsletter@associazioneitaliana…