Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2019

TEMPO TUTA

Immagine

SUL CONGRESSO DELLE FAMIGLIE

Immagine

Tagli o spending review tanto son la stessa cosa

Governo che va, spending review che ritorna, è ormai costante di ogni esecutivo riesumare questo sinistro concetto della revisione di spesa sovente tramutatasi in tagli alla spesa sociale o nella riduzione degli importi di alcuni appalti. La nuova spending potrebbe trovare posto già nel prossimo Documento di economia e finanza (Def) , la cui uscita è prevista entro il prossimo 10 aprile.

In Toscana ricordiamo ancora la prima volta che, anni fa, sentimmo parlare di spending review a proposito di appalti pubblici, appalti sui quali è difficile risparmiare specie se parliamo di igiene, pulizia e sicurezza negli ospedali, a meno che non si voglia ridurre il costo del lavoro e tagliare occupazione.

Revisione di spesa, taglia sprechi, tutti giri di parole per occultare un'altra realtà: mancano i soldi per far quadrare il Bilancio e l'unico modo per trovarli è saccheggiare il welfare con la scusa delle inefficienze da rimuovere, delle spese inutili che pur ci sono ma difficilmente …

Cooperative sociali Sottoscritto il contratto nazionale con pochi soldi e ancor meno diritti

Comunicato SINDACATO GENERALE DI BASE

300 mila lavoratori e lavoratrici, fatturato superiore a 12 miliardi di euro (dati 2016) , 1% del Pil Italiano è questa la fotografia delle cooperative sociali per le quali cgil cisl uil  hanno sottoscritto il nuovo contratto nazionale.

Il contratto  delle cooperative sociali arriva con 8 anni di ritardo, un ritardo ingiustificato e ingiustificabile perchè nel frattempo le lavoratrici e i lavoratori hanno perso migliaia di euro di potere di acquisto. Difficile quantificare la perdita ma anche pensando a 30 euro di aumenti perduti al mese, fatti due conti è possibile pensare ad alcune migliaia di euro.

Invece di sottoscrivere un 'intesa con effettivo recupero del potere di acquisto perduto, Cgil Cisl Uil se la cavano con 300 euro una tantum  suddivisi in due trances, la seconda a Luglio 2019, cifra per altro ridotta per la forza lavoro in part time sarà proporzionalmente al numero delle ore contrattuali

Parliamo di migliaia di…

La emeroteca di San Martino non sarà chiusa

Comunicato Sindacato Generale di Base

Abbiamo appena appreso, ma attendiamo l'atto ufficiale, che la emeroteca di Via San Martino non verrà chiusa. Sindacato Generale di Base aveva denunciato all'opinione pubblica la decisione di chiudere una delle due emeroteche comunali ma allo stesso tempo avevamo anche chiesto che lo spazio di San Martino venisse valorizzato dotandolo di un computer per consentire la lettura on line dei giornali attraverso la Rete Regionale.


Pochi cittadini conoscono la emeroteca di Via San Martino, il servizio dovrà essere non solo mantenuto ma potenziato cosi' come pensare a dotare ogni quartiere di uno spazio di lettura dei giornali, anche on line, per valorizzare un servizio pubblico e gratuito ancora poco conosciuto

Siamo convinti che la salvaguardia dell'emeroteca sia risultato della interazione tra lavoratori, sindacati e cittadini, questi ultimi si sono attivati con lettere, petizioni e iniziative a tutela di un servizio di cui beneficiano …

SGB NON SOSTIENE IL CONGRESSO MONDIALE DELLE FAMIGLIE

SGB NON SOSTIENE IL CONGRESSO MONDIALE DELLE FAMIGLIE

 In queste ore respiriamo un clima in consiglio comunale di Pisa che non ci piace perché vengono meno alcuni principi democratici
E' il caso dell'ordine del giorno approvato a favore del Congresso mondiale delle famiglie che si terrà il prossimo weekend a Verona quando un ordine di contenuto opposto, ma sempre sul medesimo argomento, è stato rifiutato e non votato.
Amnesty international  ha bollato il Congresso come una iniziativa ostile ai  diritti umani, del resto i contenuti espressi da alcuni dei partecipanti sono inequivocabilmente contrari a ogni idea di famiglia al di fuori del matrimonio cattolico
Si parla poi di tutela della "famiglia naturale” composta da un genitore uomo e da un genitore donna come la “sola unità stabile e fondamentale della società” , da qui nasce il disconoscimento dei diritti civili e di ogni famiglia estranea al matrimonio, una autentica aberrazione nel 2019.
Non a caso alcuni dei partecipan…

SI APRE UN NUOVO CICLO? RICONSIDERARE LE CONTRADDIZIONI

NULLA DA FESTEGGIARE

Immagine

Ospedali senza medici e infermieri

In Italia mancano infermieri e medici, eppure l'accesso all'università è ostacolato da quiz di accesso che impediscono a tanti giovani di iniziare il percorso di studio con sbarramenti illogici vista la penuria di queste figure professionali.

E fu cosi' che le Regioni chiesero ai medici pensionati di tornare in servizio proprio per sopperire  alla assenza di tante figure mediche e infermieristiche come  rianimatori, ortopedici, pediatri, anesteisti, medici di pronto intervento e di primo socccorso. I numeri parlano da soli, se pensiamo alla quota 100, al pensionamento di tanti medici, tanti da cotringere a richiamare in servizio i pensionati o a rivolgersi all'estero.

Gli ospedali italiani sono in emergenza, si registrano in un anno 10 mila infezioni ospedaliere, per anni sono stati risparmiati soldi per importanti servizi come quelli di pulizia e igiene per i quali non dovremmo badare a spese, il Governo sta per rimuovere il tetto di spesa del 2004 per il personale ma…

Sgb scrive al Sindaco di Pisa per il regolamento degli incentivi

A seguire la lettera inviata dal Sindacato Generale di base
oggetto : incentivi dlgs 50\2016
La necessità di approvare un Regolamento che consenta la corresponsione degli incentivi previsti dal dlgs 50\2016 e dalla normativa precedente, è ben nota a questa Amministrazione, come lo era all'Amministrazione precedente. Sono anni che la Rsu sollecita una soluzione di parte pubblica volta a sanare quella che si configura, nei fatti, come una sorta di negazione di un diritto riconosciuto dalla legge.
L'ufficio personale, all'inizio dell'estate 2018, ha redatto una sua versione della proposta di Regolamento consegnandola alla Amministrazione che a distanza di 7 mesi non ha ancora trovato una sintesi per avviare il necessario iter di confronto con la Rsu e le OOSS. 
Si sollecita pertanto una presa di posizione dell’A.C atta a garantire al personale la corresponsione degli incentivi tutti, oggi previsti dal  dlgs 50/2016, con l'effettivo avvio delle procedure di legge per il co…

10 anni di crollo occupazionale nel Pubblico Impiego

Pubblico impiego: il crollo dei dipendenti in meno di 10 anni

Dieci anni o poco meno all'insegna della riduzione di personale nella Pubblica amministrazione, è quanto emerso dal dossier che  analizza, con  il conto annuale del pubblico impiego (reperibile on line sul sito della Ragioneria di Stato), la spesa di personale e la distribuzione dei dipendenti tra i vari comparti.

A fine 2017 i dipendenti pubblici erano 3.243.435 , dei quali circa 240 mila precari, insomma circa 250 mila in meno di pochissimi anni or sono. E' evidente che anni di blocco delle assunzioni abbiano pesato non poco in comparti come quello statale o negli enti locali e in sanità, gli effetti sono a tutti palesi e ormai duraturi.

Ma se guardiamo invece la dinamica contrattuale capiamo che le differenze sono rilevanti da comparto a comparto e fare una media complessiva delle retribuzioni pubbliche sarebbe fuorviante pechè andremmo ad occultare una realtà variegata con gli stipendi della scuola…

Conferenza di organizzazione - Sindacato Generale di Base Pisa

Immagine

Nessun politico ha paura di Greta

Nessun politico ha paura di Greta
Tiziano Tussi

17/03/2019

C'è già pronto il libro, anche in italiano, per la Mondadori. C'è anche la proposta, da parte di alcuni deputati svedesi di darle il Nobel per la Pace. Insomma, basta poco per la canonizzazione, con qualche passaggio intermedio nel gruppo dei Beati, per Greta Thunberg, sedicenne svedese, dal gennaio di quest'anno, che nello scorso anno, all'età di 15 anni, si era fatta conoscere per uno sciopero individuale settimanale, anche se sciopero per una quindicenne è un po' forte come concetto. Manifestare di fronte al Parlamento del suo Paese, al venerdì, reclamando un cambiamento nella gestione del clima a livello mondiale.

Da lì si è arrivati alle manifestazioni di venerdì 15 marzo, in migliaia di città in centinaia di nazioni nel mondo. Tutti per Greta, con replicanti, di giovane età, più o meno una Greta in ogni Paese. Cosa dice di così nuovo questa ragazzina, che dimostra meno dei suoi anni? Niente di signifi…

Mancano i soldi alle Province per le manutenzioni

Tra strade, ponti e viadotti a carico delle  Province sono ben 1.712 i progetti (fonte Upi) in attesa di finanziamenti senza i quali i cantieri non potranno essre attivati. Parliamo di opere manutentive e infrastrutturali di grande importanza, ora sappiamo che lo Stato non ha destinato i soli promessi per i tagli alle Province e i ritardi dei decreti attuativi.

E' a rischio la nostra sicurezza, parliamo di ponti, di corsi d'acqua e di tante strade di competenza delle Province che si trovano in situazioni di preoccupante degrado a causa della Riforma Del Rio.

Ove non mancano i soldi è palese la volontà politica di non far partire i lavori, del resto senza decreti attuativi non possono essere assegnate le risorse, è questo il risultato della Del Rio e della politica del Governo che non riconosce la dovuta rilevanza a questi interventi. Ricordiamo per esempio che le Province sono alle prese non solo con la scarsità delle risorse ma anche con assenza di personale tecnico capace di…

SCIOPERO NEI SERVIZI EDUCATIVI - COMUNE DI PISA

Immagine

20 anni dopo la guerra nei Balcani: assuefazione alla guerra

Immagine
Assuefatti alla guerra, subalterni ai dominanti


Sono trascorsi 20 anni dalla guerra contro la ex Repubblica Jugoslava, dai bombardamenti all'uranio impoverito che hanno contaminato territori e seminato malattie mortali per i prossimi decenni.
Gli under 40 anni di oggi hanno vissuto metà della loro vita all'insegna della guerra, si sono abituati all'idea che il loro paese partecipi, piu' o meno attivamente, a conflitti in aree del mondo lontane e magari sconosciute (la emarginazione e progressiva scomparsa dell'insegnamento nelle scuole della geografia produrrà danni nefasti perchè questa materia non è un insieme di inutili nozioni, come qualche tecnico ministeriale improvvidamente ha sentenziato, la geografia è per esempio il pane quotidiano degli studi geopolitici che necessitano di competenze storiche, linguistiche, geografia, di cartografia), subalternità ai dominanti e assuefazione alla guerra.
Le responsabilità sindacali e politiche sono macroscrocopiche, bast…

Medioriente ancora di salvezza del capitalismo italiano?

Le esportazioni italiane in Medio Oriente derivavano dalla vendita di armi e dalla presenza di industrie e di costruttori edili, l'export nell'ultimo anno ha subito un forte rallentamento . Perché quest'area un tempo strategica per il made in Italy oggi non lo è piu'?

 Intanto escludiamo in partenza ragioni umanitarie perché il nostro paese è tra i principali fornitori di armi dell'Arabia Saudita che da anni sta bombardando lo Yemen con migliaia di morti tra i civili, una guerra dimenticata dai media per non inimicarsi il potente paese del Golfo che resta tra i principali produttori di greggio al mondo. 

Appunto il petrolio, i suoi prezzi ondivaghi sono alla base anche della crisi dell'export che subisce un rallentamento perché l'esportazione del greggio non produce piu' i ricavi di un tempo, ergo la industria del lusso ha minori richieste (per non parlare poi della concorrenza asiatica)  I ricchi del golfo hanno deciso da tempo di diversificare i loro…

Non chiudiamo l'emeroteca di via San Martino

riceviamo e pubblichiamo

L’amministrazione comunale ha deciso di chiudere l’emeroteca di Via San Martino con tutti i servizi annessi, e di accorparla alla biblioteca SMS, ubicata nel viale delle Piagge.

 Poiché quest’ultima dista dal centro più di due chilometri, risulta di difficile raggiungimento da parte di molti utenti del centro, che si sono affidati ad essa da molti anni. Ricordiamo che un’emeroteca non è solo un servizio d’informazione, ma anche un punto di incontro e socialità che si smarrirebbe pur sempre.

 Questi servizi, di fondamentale importanza per l’informazione e la partecipazione attiva del cittadino del cittadino, devo essere potenziati e aumentati così da garantire la partecipazione democratica consapevole e attiva allo sviluppo della città. È opportuno provvedere all’irrobustimento di tali spazi, onde garantirne l’efficacia.

Per questo noi chiediamo di riconsiderare la decisione, preservando l’ufficio e i servizi. Ringraziando per l’attenzione porgiamo distinti sa…

Sos appalto refezione nella scuola comunale. Dopo la soppressione della sezione alla Materna altri posti di lavoro a rischio?

Nel 2021 scadrà l'appalto della refezione scolastica che non si riduce poi alla erogazione \produzione di pasti nelle scuole comunali, è invece un appalto piu' complesso che prevede attività quali la cucina, lo sporzionamento dei pasti e il servizio ausiliario nei nidi e nelle materne comunali.

Da anni le lavoratrici chiedono il riconoscimento del ruolo da loro ricoperto di collaboratrici del personale educativo, il contratto nazionale applicato, il ccnl del turismo, prevede un inquadramento come operaie disconoscendo nei fatti 20 anni di percorso professionale iniziato con una cooperativa e poi proseguito con alcune aziende. Le lavoratrici hanno un mansionario da rispettare che le inquadra a tutti gli effetti come personale ausiliario mentre invece vengono , contrattualmente, ritenute operaie generiche.

Da anni rivendichiamo un ruolo attivo del personale ausiliario nei percorsi educativi, crediamo che al pari del personale comunale, oggi in dismissione, vada ric…

I Cambiamenti climatici e il modo di produzione

I Cambiamenti climatici e il modo di produzione capitalistico
Lo scorso 15 Marzo si è tenuto lo sciopero globale di giovani e studenti per il clima (Global strike for Future). Si è trattato di una giornata di sensibilizzazione mondiale che ha scelto di adottare lo strumento classico della lotta del movimento dei lavoratori: lo sciopero. In Italia, si sono tenute importanti, vivaci e partecipate manifestazioni nelle grandi città e anche nei piccoli centri di provincia.
La composizione trasversale e interclassista della piazza ha dimostrato un blocco anagrafico ben preciso formato per lo piu' da giovani e giovanissimi. L’attenzione per le questioni ambientali è partita dalla scelta di avviare una protesta pacifica, quella dei “Venerdì per il clima”, nati dall’esempio di Greta Thunberg, la studentessa svedese che lo scorso 20 agosto 2018 ha iniziato a presentarsi ogni venerdì mattina davanti al Parlamento di Stoccolma per protestare contro lo scarso impegno della politi…

LA VIA DI FUGA PER I DATORI DI LAVORO GRAZIE ALLA BUONA VOLONTA' DI CGIL – CISL – UIL

Immagine

Chiude l'emeroteca di San Martino

A seguire il comunicato stampa del Sindacato generale di base

Chiude la emeroteca di Via San Martino. Un altro servizio se ne va dal centro storico

Quanti di noi sanno cosa sia un'emeroteca?  E' un luogo dove sia possibile consultare e leggere gratuitamente riviste e giornali, un servizio che ogni Comune dovrebbe prevedere all'interno delle biblioteche e nei quartieri perchè lettura è non solo conoscenza ma anche socializzazione.

Da anni esistono due emeroteche comunali, una alla Biblioteca Sms e la seconda al piano terra di Palazzo Cevoli in via San Martino, uno spazio sicuramente poco conosciuto e pubblicizzato dal Comune di Pisa.

Da alcune notizie sappiamo che ad Aprile la emeroteca di Palazzo Cevoli sarà chiusa e accorpata con quella della Biblioteca Sms, una struttura che ormai deve fare i conti con organici ridotti all'osso e soprattutto senza investimenti reali che permettano un utilizzo effettivo della biblioteca e dello spazio espositivo SMS.

Non sa…

Lo sblocca italia tra subappalti e dimenticanze per gli incentivi negli enti locali

Lo sblocca cantieri rischia di essere uno tsunami non solo perchè il via libera alle grandi opere ma perchè stanno modificando il codice degli appalti, il rischio che corriamo è di incentivare le trattative dirette a discapito di gare vere e proprie.
Già oggi le gare presentano clausole sociali formali che all'atto pratico si traducono in tutele insufficienti e inadeguate, quali saranno allora gli scenari nell'immediato futuro? E mentre si guarda all'aspetto della legalità, possibile che a nessuno venga in mente di considerare la certezza del lavoro un elemento determinante per combattere la illegalità?

In teoria dovrebbe accadere l'esatto contrario, parliamo dell'affidamento diretto e delle gare, per esempio tra 40 e 150 mila euro, con le nuove normative, sarebbe proibito l'affidamento diretto procedendo invece con una procedura di gara semplificata ma pur sempre con una novità negativa: invece di 10 saranno 3 i soggetti economici invitati l…

Cina ed Ue : il cambio di prospettiva

E' vero cio' che crive Il sole 24 Ore a proposito di Cina e di paesi asiatici, fino a poco tempo fa considerati mete dove esportare i prodotti o dove produrre a basso costo delocalizzando le produzioni.  La Cina è anche questo, il luogo dove delocalizzare previo accordo con le industrie di stato, dove fino a pochi anni fa le normative ambientali e in materia di lavoro erano gestibili a uso tipicamente padronale.

Il capitalismo tedesco ha avuto due intuizioni vincenti negli ultimi 30 anni, la prima quando decise l'annessione dei mercati di alcuni paesi dell'Est europeo, il secondo, in tempi piu' recenti, quando la Germania ha costruito accordi bilaterali con la Cina diventando il primo produttore di automobili.
Sono cambiati nel frattempo gli scenari internazionali, i ruoli e le politiche della Russia e degli Usa, le pressioni verso i paesi dell'Ue perchè non stipulino accordi con la Cina.

E hanno buon gioco anche le retoriche democratiche per le quali gli accor…