Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Polizia Locale al Comune di Pisa. facciamo il punto

Affrontiamo e risolviamo le problematiche della Pm

Alle 23 assunzioni avvenute nella polizia locale se ne aggiungeranno altre in mobilità, come previsto dal piano di fabbisogno di personale.
Nel frattempo:
Ai neoassunti sono state consegnate le divise, pur con settimane di ritardo
Per i neoassunti è stata avviata la formazione specifica sul maneggio delle armi (corso teorico tenuto da un istruttore di tiro del Tiro a Segno Nazionale - Sezione di Pisa, cui dovrà far seguito il corso pratico)
Patenti di servizio: sono ancora fermi, dal 2014, i lavori della commissione provinciale presieduta dalla Prefettura e dinnanzi alla quale deve essere sostenuto l’esame di qualificazione per il conseguimento della patente di servizio. La Prefettura è in attesa di una risposta del Ministero ad un quesito formulato dalla commissione. I solleciti inoltrati alla Prefettura da parte dei vari dirigenti che negli ultimi anni si sono succeduti alla polizia municipale sono ancora senza risposta. Ch…

A SINISTRA: COMPLICATA ANALISI DEL VOTO

PRIME RIFLESSIONI SUL PIANO DI FABBISOGNO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Immagine

E' rinata la Democrazia Cristiana.....

da www.resistenze.org - di Tiziano Tussi
Oramai a risultati certi per le elezioni europee possiamo cercare di dire qualcosa mentre si aggiungono i risultati delle elezioni locali, che aggiungono, mi pare, tre dati significativi: 1) le città non sono preda facile per la Lega ed il centro destra; 2) le liste di estrema destra, così come a livello nazionale, non fanno presa e si sono rivelate esiziali, insomma dei fascisti puri il "sistema Italia" non ne sente il bisogno; 3) l'affluenza alle urne per le elezioni locali è stata ben più alta delle europee. Passiamo dal 55% circa per quest'ultime a un 10-15% in più per le amministrative locali. Anche queste evidenze vogliono certo dire qualcosa.

Ciò che appare chiaro, anche dopo la conferenza stampa di lunedì 27 maggio del vincitore in assoluto, Matteo Salvini, è che la Democrazia Cristiana, che governò l'Italia, con governi di vario colore, per circa 45 anni, è rinata. Con la faccia improbabile di un leghi…

I richiami di Bruxelles: come stanno le cose?

Trascorse le elezioni europee, a poche ore di distanza dai risultati è arrivata la lettera di richiamo all'Italia da parte della Ue, lettera annunciata da settimane e finalizzata a chiedere al nostro paese misure drastiche per l'abbattimento del debito pubblico.  Il Governo Italiano dovrà rispondere entro pochissimi giorni e dare alcune garanzie, cosa non facile visti i conti economici. Non sarà possibile ricorrere alle clausole elastiche con le quali i Governi del Pd sono riusciti ad ottenere margini di crescita del debito al di sopra delle cifre previste, non saranno ammesse neppure le clausole elastiche in materia di flessibilità del lavoro, riforme e investimenti perchè tra Riforma Fornero e jobs act le concessioni sono già state fatte. Come ne uscirà il Governo Conte? La domanda non ha ancora risposte, possiamo avanzare supposizioni o alcuni motivi da addurre, per esempio la brusca frenata dell’economia che tuttavia non basta a giustificare lo sforamento dei parametri di …

Intervista all'Avvocato Giangiacomo Magni del Foro di Pisa

Immagine

CAMP DARBY - 2 GIUGNO

Immagine

Lavorare meno per lavorare tutti? La realtà è ben altra: si lavora in pochi e guadagnando sempre meno

Lavorare meno e in pochi

Ricordate lo slogan lavorare meno per lavorare tutti? Dimenticatelo, del resto non sarete i soli a farlo perchè la riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario da anni è stata rimossa dai programmi sindacali e politici, non rappresenta piu' un obiettivo da perseguire e per il quale valga la pena di mobilitarsi. Non solo alcuni contratti nazionali hanno aumentato l'orario di lavoro ma anche le ore straordinarie esigibili nell'arco dell'anno sono divenute prassi ricorrente. Eppure in anni non lontani la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario alimentava suggestioni di vario genere, rappresentava per molti moderati una prospettiva seria e credibile per redistribuire la ricchezza e al contempo accrescere l’occupazione, a parlarne in tempi recenti anche il presidente dell’Inps Pasquale Tridico.
La  riduzione oraria a parità di salario, nel corso del tempo, è stata  dimenticata e poi rimossa nell'immaginario c…

La nuova nave da guerra italiana....

L’arte della guerra

La nave d’assalto dei nuovi crociati

Manlio Dinucci
Alla presenza del Capo della Stato Sergio Mattarella. del ministro della Difesa Elisabetta Trenta, del ministro dello sviluppo economico Luigi di Maio, e delle massime autorità militari, è stata varata il 25 maggio nei Cantieri di Castellammare di Stabia (Napoli) la nave Trieste, costruita da Fincantieri.

È una unità anfibia multiruolo e multifunzione della Marina militare italiana, definita dalla Trenta «perfetta sintesi della capacità di innovazione tecnologica del Paese».

Lunga 214 metri e con una velocità di 25 nodi (46 km/h), ha un ponte di volo lungo 230 metri  per il decollo di elicotteri, caccia F-35B a decollo corto e atterraggio verticale e convertiplani V-22 Osprey.

Può trasportare nel suo ponte-garage veicoli blindati per 1200 metri lineari. Ha al suo interno un bacino allagabile, lungo 50 metri e largo 15, che permette alla nave di operare con i più moderni mezzi anfibi della Nato.

I…

Cft del verde e dei cimiteri incontrano i vertici della Cooperativa

Immagine

Legge Salvini: insicurezza, diritti negati e razzismo

Immagine

PRECISAZIONI SUL VOTO

Riflessioni sulle elezioni europee a poche ore dai risultati

A proposito del partito unico del capitale....Riflessioni sulle elezioni europee a poche ore dai risultati

Strano a dirsi, ma perfino il Sole 24 Ore ammette quanto ogni richiamo all'Ue finisca con il produrre l'effetto opposto a quello desiderato portando acqua al fronte degli euro scettici.
Qualunque sia il vincitore delle elezioni europee, il partito unico del Capitale (http://www.controlacrisi.org/notizia/Lavoro/2019/5/26/52758-e-il-partito-unico-del-capitale-il-vincitore-di-questa/) porterà a casa il risultato desiderato ma le differenze tra i vari schieramenti sono enormi e gli scenari futuri tutt'altro che definiti.

Proviamo a entrare nel merito di alcune questioni ad urne ancora aperte.
L'Unione Europea odierna è ben diversa da quella delle ultime elezioni, anno 2014 quando le politiche economiche dettate dalla Germania godevano della fiducia di molti paesi. In questi 5 anni si è sgretolata la visione falsamente federale dell’Unione, i programmi per il r…