Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2018

La cultura a Pisa... L'amministrazione risponda!

Buscemi non risponde su nulla

Comunicato stampa Sindacato Generale di Base
Da alcune settimane attendiamo, invano, risposte dalla Giunta e dal suo assessore alla cultura su problematiche già oggetto di una conferenza stampa indetta da Sgb, sinistra Per, città in comune e la campagna Mi riconosci?
Proviamo allora a ricordare le domande inevase sintetizzandone il contenuto
L'estate è, anzi dovrebbe essere, la stagione culturale popolare per eccellenza. Da anni ormai non esiste una estate pisana se non quella che ruota attorno al Giugno. Nessuna iniziativa nelle periferie, nessuno ad occuparsi dei quartieriintesi come spazi aperti, vivibili e pieni di iniziative, premessa indispensabile per combattere i ghetti, l'isolamento, le devianzePartiamo dagli spazi comunali inutilizzati o sottoutilizzati come il complesso museale Sms. Un'area che potrebbe ospitare rassegne di musica, spettacoli teatrali, mostre ed eventi, diventare il polo di attrazione aperto ogni giorno con iniziative …

La retorica dell'abusivo e la legalità a senso unico

ABUSIVO (dal Vocabolario Treccani):  fatto per abuso, proveniente da abuso, che costituisce abuso; fatto o comportamento che contravvenga comunque a una norma; riferito a persona, che esercita un'attività senza averne il diritto; Avv. abusivamente: in modo abusivo, illecitamente, arbitrariamente.

Nell'epoca moderna la parola "abusivo" riecheggia quotidianamente nelle nostre menti, la si può trovare facilmente sfogliando un giornale, ascoltando la radio, seguendo un telegiornale, leggendo articoli di cronaca sul web, frequentando i social-network. Si tratta di un termine del quale viene fatto un uso intensivo, quasi un... ABUSO In realtà, analizzando meglio l'utilizzo della parola "abusivo", si può affermare senza ombra di dubbio che la sua accezione viene utilizzata solo parzialmente, per riferirsi con forte negatività ad alcuni soggetti, ai "diversi", a quelli che in qualche modo danno fastidio. Tipicamente, infatti, il…

Ricordi il 2 Agosto di quasi 40 anni fa??

A POTERI OCCULTI E PROGETTI AUTORITARI:IL RICORDO DEL 2 AGOSTO 1980 NEL MOMENTO PIU’ DRAMMATICO DELLA STORIA REPUBBLICANA

di Franco Astengo

Ricordiamo la strage del 2 agosto 1980 nel momento in cui l’Italia attraversa, probabilmente, il punto più basso della sua storia repubblicana sia sotto l’aspetto della convivenza civile, con settori sociali pronti a ricevere impulsi di natura razzistica, sia sotto l’aspetto dell’espressione di cultura politica. Una società italiana sfibrata da decenni di malgoverno sembra pronta ad affidarsi ad avventure di tipo autoritario in un quadro di grande confusione politica e morale. L’Espresso in edicola in questi giorniricorda la strage di Bologna del 2 agosto 1980. Nelle pagine del settimanale si riepilogano le principali tappe della striscia di sangue lasciata dalle “stragi di Stato” che hanno attraversato la storia d’Italia tra il 1969 e il 1980: Piazza della Fontana (17 morti), piazza della Loggia 8 morti), Peteano ( 3 morti) Bologna (85 m…

A rischio la convenzione con i lavoratori per l'uso del mezzo pubblico?

Il futuro della convenzione tra Comune e CTT che  ha consentito finora di avere abbonamenti annuali all'urbano di Pisa al costo di € 60 è in serio pericolo.
 il CTT non ha mai perso 1 euro con questi abbonamenti in quanto il Comune di Pisa, come da convenzione, integrava i 60 euro fino al raggiungimento della cifra completa prevista per l'abbonamento annuale personale.
Analoghe convenzioni sono state firmate da AOUP, Università di Pisa, S.Anna, Scuola Normale Superiore UNItre e ARDSU, quindi il problema non è solo dei dipendenti comunali, ma anche di altri dipendenti pubblici e degli studenti universitari che fino a ieri potevano fare l'abbonamento mensile al costo di € 12 (integrato in parte dal Comune di Pisa e in parte dall'ARDSU). Il problema a maggior ragione c'è a livello regionale anche per gli studenti delle superiori che, anche se non destinatari di convenzioni ad hoc, hanno comunque visto aumentare il prezzo dell'abbonamento mensile ris…

Comune di Pisa: perchè l'assessore Bonanno evita il confronto con il sindacato?

Assessore Bonanno: perchè da settimane evita il confronto con il sindacato?

Il dinamismo mediatico della assessora Bonanno è in antitesi alla inerzia del suo operato in numerose materie di sua competenza. Da tempo la Rsu ha chiesto un incontro con l'Assessora per discutere tutte le vertenze aperte e importanti, (ad esempio la gestione del personale della P.M in considerazione anche del programma del Sindaco in materia di sicurezza) la circolare sull'orario di lavoro, che ha degli aspetti da discutere. ......e intanto inizia agosto!

Da settimane l'Assessora e stata sollecitata con richiesta formale ad incontrare la Rsu del Comune, ma non ci sono state ancora risposte.

Il Sindaco ha esortato a cercare di avere buone relazioni sindacali, per attuarle dovrà ricordare alla assessora Bonanno e a tutti gli altri le loro effettive competenze. SINDACATO GENERALE DI BASE

Areoporti:massimi profitti e massimo sfruttamento

Assemblea\ presidio solo pochi giorni fa davanti all'ingresso Partenze del Galilei. Ad organizzare l'iniziativa il sindacato Generale di Base di Pisa e Sgb dell'appalto CFT. 

Rinviamo anche al video del presidio scaricabile dalla pagina FB del sindacato Sgb di Pisahttps://www.facebook.com/Sindacato-Generale-di-Base-SGB-PISA-1748941978504241/?ref=bookmarks

Aeroporto Galilei: presentato il progetto di ampliamento

All'indomani del presidio due notizie importanti
 il 25 % delle quote di Corporacion America Italia (socio di maggioranza del Galilei e dello scalo di Peretola) è stato acquistato  a Investment Corporation of Dubai che fa riferimento direttamente allo sceicco del Dubai. Questo signore non è certo un personaggio sconosciuto a Pisa, ogni anno organizza all'ippodromo di Pisa una gara di corse facendo arrivare i suoi cavalli direttamente con arei cargo e avendo a disposizione ampie porzioni di quella ancora oggi denominata tenuta presidenziale di S Rossore.…

La depressione? Malattia di classe che colpisce le classi meno abbienti

Partiamo dai dati statistici, un report, a cura dell'Istat, lungo ma di facile lettura  e reperibile anche in rete:http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato3199512.pdf

E' bene fin dall'inizio liberare il campo da ogni equivoco in cui il provocatorio, ma veritiero, titolo potrebbe trascinare i lettori.

Non pensiamo, come qualche indiano metropolitano degli anni settanta, che i pazzi siano una categoria rivoluzionaria (rimandiamo alla risposta di Basaglia in un convegno di 40 anni contro i manicomi) ma in pochi stanno indagando sull'aumento di disturbi psiciatrici, sulle origini e le cause di un fenomeno che riguarda sempre piu' le classi sociali meno abbienti

La depressione colpisce duramente sempre piu' uomini e donne, è il frutto di disagi e instabilità sociale\economico, resta il disturbo mentale più diffuso nel nostro paese con un numero imprecisato che supera comunque 2,8 milioni, oltre il doppio di quanti erano stati censiti meno di 10 anni fa.

Quas…

Sanità? Emergenza continua

Stanno arrivando le prime stabilizzazioni in sanità ma il loro numero è cosi' esiguo da sembrare una goccia nel mare. Veniamo da anni di gravi carenze organiche e i servizi sanitari complessivamente erogati al cittadino in continua diminuzione. Ma nella Pa esiste anche un altro problema: la bomba demografica che acuita dalla Riforma Fornero determina problemi ad oggi irrisolvibili. La Fornero ha ritardato l'età della pensione per migliaia di lavoratrici e lavoratori, la forza lavoro italiana è la piu' vecchia d'Europa nella Pubblica amministrazione, passati alcuni anni è arrivata per tanti l'età pensionabile e da qui a 5 anni avremo il 30% della forza lavoro in meno. Come si pensa di fronteggiare questa reale emergenza?

Le soluzioni ci sarebbero, basterebbe che il Governo e la Ministra Buongiorno avessero sufficiente coraggio e determinazione, dalla cancellazione di ogni blocco al turn over, alle assunzioni in 12 mesi di tutti i precari aprendo le porte ad un decre…

Dall'assemblea operaia del Galilei

L'assemblea tenutasi in data 26 Luglio dal sindacato generale di base ha deciso quanto segue rinnoviamo la richiesta di pagamento della quattordicesima entro il 10 agosto 2018 come già richiesto nell'incontro tenutosi con la dott. Niccolai nei giorni scorsi presso il cantiere di Pisa20 giorni di ritardo nel pagamento ci sembrano già una concessione soprattutto se pensiamo che l'art 21 del ccnl multiservizi prevede il pgamento della quattordicesima mensilità entro il mese di Luglio e non oltrein caso di mancata retribuzione entro il 10 Agosto, Sgb proclamerà lo stato di agitazione nei tempi e nei modi previsti dalle normative vgenti iniziando con il blocco di tutte le attività aggiuntive critichiamo la riduzione del personale con assunzione di un numero di stagionali decisamente inferiori all'anno precedente nonostante l'aumento dei voli e dei carichi di lavoro. Questa situazione determina la soppressione dei giorni di festa settimanali (su richiesta al…

Un partito per il mio regno!

UN PARTITO: UN PARTITO PER IL MIO REGNO ! di Franco Astengo La crisi della democrazia dei partiti appare ormai evidente e di particolare gravità, almeno nel caso italiano, perché il suo processo degenerativo avviatosi fin dagli anni’90 del XX secolo sta trasformandosi, dopo diversi tentativi, in una sorta di “stretta” nella quale si sviluppano fenomeni fortemente negativi fino a far pronosticare la fine del Parlamento, o almeno la sua inutilità. Nel corso degli anni questa crisi è stata analizzata in maniera del tutto insufficiente e in alcuni casi fuorviante, dando luogo a clamorosi equivoci dai quali sono sortite anche scelte politiche clamorosamente sbagliate come quelle legate ai tentativi di riforma costituzionale attorno ai quali via via il sistema si è bloccato fino al loro respingimento, per due volte, da parte del corpo elettorale. Di questo stato di cose si è occupato un politologo del calibro di Peter Mair (con Kaltz autore della fondamentale teoria del “cartel p…

Crisi delle collaborazioni e miraggio del tempo indeterminato

Nella mente di qualche giurista confindustriale, o governativo, il passaggio da un contratto precario a uno stabile era frutto non solo della volontà padronale ma anche di aiuti concreti dello stato alle imprese, una sorta di incentivo economico unito a pacchetti di agevolazioni fiscali per spingere alla trasformazione dei contratti e  cosi' creare occupazione piu' stabile.

Se questo ragionamento fosse valido, negli anni passati, in corrispondenza ad agevolazioni fiscali e incentivi, avremmo un elevato numero di contratti trasformati a tempo indeterminato ma , al contrario, i contratti aumentano in misura ridotta e in numerosi casi non sopravvivono oltre i 3 anni

Nei tre anni di assunzione con il contratto a tutele crescenti, l'azienda, con il jobs act, ha beneficiato di sgravi contributivi per migliaia di euro e su uno stipendio di 1350\1400 euro netti al mese il risparmio delle aziende era superiore a 9 mila euro tra sgravi contributivi e Irap. Se moltiplichiamo la somm…

Guerra continua: i preparativi di Trump

Mentre la trattativa di Helsinki non ha ancora prodotto risultati, l’opposizione alla trattativa si esprime non solo a parole ma soprattutto con i fatti. 

 Il sistema bellico planetario degli Stati uniti sta intensificando i preparativi di guerra dall’Atlantico  al Pacifico.

VIDEO
https://www.youtube.com/watch?v=KRVJHXBW_qs

Dietro agli incendi non solo il dolo ma le politiche di austerità

La Grecia è minacciata dal fuoco, sono decine i morti , la devastazione di interi territori da anni sottoposti a violenze continue e quotidiane. La manutenzione del territorio deve essere costante, se un territorio viene soggetto a stravolgimenti (per esempio disboscamenti, mancate pulizie dei fossi) prima o poi ne pagheremo le conseguenze.

Stesso ragionamento vale per gli incendi: se la politica pubblica è quella di favorire la speculazione immobiliare, la conseguenza sarà l'azione di piromani individuali o organizzati per favorire a costi ridotti la costruzione di villaggi turistici o edilizia residenziale.

Ma le politiche di austerità in Grecia hanno colpito i settori pubblici, sono stati chiusi ospedali e centri medici, tagliati gli organici e i fondi alla protezione civile e ai vigili del Fuoco, tanto è vero che da vari paesi europei, Italia inclusa, stanno arrivando mezzi per fronteggiare gli incendi che in pochissimi giorni hanno già provocato una ottantina di morti oltre a…

Ma la critica alla Giunta Conti riguarda solo la presenza dell'assessore Buscemi?

A Pisa sembra che il solo neo dell'amministrazione Conti sia costituito dalla presenza in Giunta dell'Assessore alla cultura. Non torneremo sui fatti di cronaca, non vogliamo nè acuire nè tanto meno sminuire i fatti.
Il paradosso è tuttavia altro, l'attenzione esclusiva rivolta alle dimissioni dell'assessore alla cultura Buscemi dimenticando tutto il resto. Di motivi per scendere in piazza ce ne sarebbero diversi  (ovviamente non biasimiamo chi lo fa per invocare le dimissioni di Buscemi), argomenti forti sui quali costruire quella opposizione sociale, politica e culturale che invece stenta ad uscire

Proviamo allora  a costruire alcuni\ parziali ragionamenti?
la cultura. Nei giorni scorsi alcune realtà hanno organizzato una conferenza stampa davanti al Comune portando  argomenti incontrovertibili: dall'abbandono del teatro al Calambrone, alle opere inaugurate dalla passata Amministrazione (ricordate i  famosi buoi di Mussolini?) ma mai sfruttate per le loro potenzia…

Salario accessorio negli enti locali: alcuni appunti

Abbiamo già analizzato numerose contraddizioni dell'ultimo contratto nazionale autonomie locali, di sicuro all'atto pratico, con la contrattazione di secondo livello, arriveranno nuovi problemi.

Al di là della materiale impossibilità di incrementare il fondo senza incorrere nei tetti di spesa insuperabili, la costituzione della parte variabile del fondo stesso non dovrebbe comportare problemi perchè tra l'articolo 67 del nuovo ccnl e l'art 31 del ccnl 2004 non corrono poi differenze.

Per esempio è ancora possibile incrementare la parte variabile del fondo ma sempre nei limiti dell'1,2%  rispetto al monte salari del 1997 previo accertamento della spesa e con i soliti processi di razionalizzazione e riorganizzazione dei servizi \aumento della produttività che restano le condizioni essenziali per integrare il fondo.

Fino ad oggi gli uffici competenti dovevano documentare e certificare l' aumento delle prestazioni del personale non gestibile se non incrementando …

ASSEMBLEA OPERAIA

Immagine

BUONO PASTO? NO, GRAZIE!

Immagine
Qui il link alla petizione:chn.ge/2JDxkrz

Chi ricorda il 25 Luglio?

RICORDO DEL 25 LUGLIO 1943 
di Franco Astengo
Il 25 Luglio 1943, settanta cinque anni or sono, cadde il regime fascista. E' necessario ricordare questa data (come altre della nostra storia più recente) perché la memoria non può essere smarrita, ma coltivata per avere sempre presente, noi che abbiamo già raggiunto quella che si definiva “una certa età” e soprattutto per i giovani, le motivazioni di fondo su cui è sorta la nostra democrazia repubblicana. Democrazia repubblicana al riguardo della quale è necessario nuovamente lanciare segnali di pericolo circa la sua tenuta nell’ambito della Costituzione: respinto un ennesimo assalto grazie all’esito del voto popolare il 4 dicembre 2016, adesso siamo addirittura – da parte di esponenti di un partito di governo – ai proclami di “inutilità del Parlamento”. Per questo motivo ogni richiamo possibile alla lotta antifascista e per la democrazia deve essere tenuto in gran conto, coltivato, espresso ogni qualvolta possa essere poss…