Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Polveriera

Immagine

i nostri NO!

Immagine

Rabbia, disperazione e rassegnazione: lavoratrice si dà fuoco all'Inps.

Quanto accaduto il 27 giugno a Torino non sarà l'ultimo dei tanti episodi della disperazione sociale in cui si dibattono sempre piu' uomini e donne.

Una donna, licenziata a inizio anno perché la sua azienda aveva deciso di delocalizzare alcune produzioni, a seguito dei continui ritardi per la erogazione della indennità di disoccupazione, ha deciso di darsi fuoco presso la sede INPS di Torino Nord riportando serie ferite che la costringeranno a una lunga degenza.

Ma ci sono ferite non riemarginabili, causate dalla miseria e dalla assenza di lavoro, da ammortizzatori sociali ridotti ai minimi termini. Chi perde lavoro perde anche la casa perché senza soldi non si pagano gli affitti e cosi' la stessa famiglia subisce disgregazioni irreparabili

Mesi di attesa per un sussidio di disoccupazione hanno fatto piombare la lavoratrice nella totale disperazione fino a un gesto estremo. La sua vita è stata salvata dall'intervento di un migrante che…

Chi paga il soccorso statale alle banche? Noi

I governi nazionali salvano le banche con i soldi dei cittadini e alimentano quel sistema che ha dilapidato i conti correnti dei piccoli risparmiatori. Una storia già vista in molti paesi europei, istituti bancari esposti tra titoli tossici e speculazioni finanziarie, disposti a licenziare gran parte della forza lavoro senza alcun scrupolo

In questi giorni il Governo italiano ha salvato altre banche, parliamo di oltre 11,2 miliardi di euro. Trattasi di soldi pubblici sottratti alla sanità, al finanziamento della ricerca, alla manutenzione del territorio e delle scuole.

Lo stato italiano ha già sborsato 3,5 miliardi di euro per le garanzie a Intesa San Paolo che per acquistare le due banche venete in fallimento ha preteso garanzie, poi 1,3 miliardi per la «ristrutturazione aziendale» (ossia i licenziamenti anche questi a carico dello stato), poi i 400 milioni per le garanzie sui crediti

A questi miliardi di euro ne vanno aggiunti altri, quelli necessarie a ricapitalizzare MPs con il …

Ancora dalla assemblea pisana fabbriche occupate e recuperate

Altro intervento alla assemblea ddel 20 Giugno a Pisanello

DESI SOCIETA’ COOPERATIVA: UN PICCOLO ESEMPIO DI LOTTA ORGANIZZATA!!!


La storia della D’Esi Società Cooperativa ha origini molto profonde che ha intrapreso il suo percorso formale in tempi dove la crisi ancora non era esponenziale e non era arrivata ai massimi livelli di sopportazione per i lavoratori. Per alcuni di noi, il percorso si è formato sulla consapevolezza e sulla base di due fattori principali legati alla lotta di classe e alla opposizione contro l’ingiustizia politica e sociale che colpisce inesorabilmente i lavoratori quando vengono privati del proprio posto di lavoro: credere di fatto che i padroni possono essere sconfitti, e che la lotta se orientata su obbiettivi concreti può inesorabilmente ribaltare una situazione che può sembrare irreversibile, morta, legata ad una forma di “normalità assurda” che spinge i lavoratori a farsi una ragione del proprio destino facendoli sentire a volte in colpa e causa princ…

Ultima notizia:nave Usa fa da scalo a Livorno per rifornirsi di armi a Camp Darby. La Toscana è zona di guerra

NAVE USA FA SCALO A LIVORNO PER TRASPORTARE ARMI DI CAMP DARBY IN MEDIORIENTE

LIVORNO, 28 giugno 2017 -- Ha fatto scalo a Livorno l’11 e 12 giugno, proveniente dagli Stati Uniti, la Liberty Promise: una delle navi militarizzate del Pentagono addette al trasporto di armi lungo un circuito che collega i porti statunitensi a quelli mediterranei, mediorientali e asiatici.

La nave di tipo Ro/Ro -- lunga 200 metri, dotata di 12 ponti con una superficie totale di oltre 50000 m2 -- ha imbarcato a Livorno un gosso carico di armi della base Usa di Camp Darby (scaricando probabilmente altre armi destinate alla stessa base),

La Liberty Promise ha quindi attraversato il Canale di Suez, facendo scalo il 24-25 giugno ad Aqaba in Giordania e, il 27-28 giugno, a Gedda in Arabia Saudita: qui ha scaricato armi destinate alle forze statunitensi e alleate impegnate nelle guerre in Siria, Iraq e Yemen.


La rotta della Liberty Promise e di altre navi della «Liberty Global Logistics», una delle compagni…

La spending review rilancia i servizi e riduce la spesa?

La spending review si scopre che non avrebbe ottenuto i risultati attesi: la spesa invece di diminuire parrebbe aumentare. Condizionale d'obbligo soprattutto se la fonte della notizia è il Governo e Confindustria.

Eppure i tagli ci sono stati, basta vedere gli appalti, la perdita di salario di chi non arriva a 1000 euro al mese.

Ma la spesa dei ministeri, nonosante 8 anni, anzi 9, di salari bloccati, è in continuo aumento, anzi sarebbe fuori controllo. Sembra che in 4 anni la spesa dei Ministeri sia raddoppiata, possibile che i tanto esaltati appalti della Consip siano meno convenienti del previsto ?

Ripetiamo il ragionamento : la spesa di personale diminuisce, soprattutto quella relativa alla forza lavoro negli appalti ma allo stesso tempo aumenta la spesa complessiva. Allora la colpa non è dei lavoratori ma di chi amministra?!

E sempre negli ultimi mesi la spesa sanitaria è in diminuzione (si registra un attivo) nonostante il diritto di cura sia in serio pericolo in numerose …

Aziende partecipate tra esuberi e ristrutturazioni dopo il decreto Madia

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il correttivo al Testo unico. Intanto è bene precisare che lo smantellamento delle partecipate parte ancora prima del “Piano Cottarelli” il cui obiettivo era proprio la cancellazione di numerose aziende nell’ottica di ridurre la spesa pubblica. In questi 25 anni non è mai stata fatta una seria revisione di queste società per coglierne i difetti ma anche i benefici, un grandissimo calderone costruito dagli enti locali o per seguire i dettami della privatizzazione dei primi anni novanta o per scaricare su ditte e società in house parte della spesa di personale. In ogni caso il variegato mondo delle partecipate è alquanto complesso e merita molta attenzione sfuggendo a luoghi comuni e semplificazioni.

Sono state incluse anche le società partecipate possedute dalle quotate, le società strumentali incaricate della produzione di energia da fonti rinnovabili o per gestire aziende agricole per finalità didattiche (stiamo parlando delle università)

Nel caso d…

Crisi e conflitto nella formazione professionale: Il caso di Formalba/Albafor

Il primo intervento della assemblea tenutasi il 20 Giugno a Pisanello su fabbriche occupate \ recuperate e situazioni di lotta...



Un po’ di storia

L’idea di impegnare il Comune di Albano in un’attività di formazione, in primis per i disabili, è nata nel 1979, a seguito della chiusura dell’ANFFaS Castelli Romani. La Regione Lazio appoggiò grazie all’Assessore Luigi Cancrini il progetto.

Negli anni ‘80 l’attività di formazione del Comune di Albano ha rappresentato un’eccellenza riconosciuta nella Regione Lazio e, con il tempo, sono state rilevate le attività ex-Enfap (Albano, Pomezia e Velletri). Inoltre, l’ottima qualità della formazione erogata ha avuto un grande riconoscimento con l’accesso ai Fondi Sociali Europei.

Nel periodo della gestione diretta da parte del Comune di Albano, l’attività di formazione è rimasta sempre in pareggio.

Nel 2000 Marco Mattei è diventato Sindaco di Albano. La giunta Mattei ha bocciato l’ipotesi di consorzio per la gestione della formazione con i Comuni…

COMUNE DI PISA: REGOLAMENTO SULL'AVVOCATURA

REGOLAMENTO AVVOCATURA


L’Amministrazione deve chiudere in tempi brevi il regolamento sugli incentivi da corrispondere al personale che esercita attività di avvocato, dopo un percorso con la RSU iniziato quasi due anni fa e a seguito del cambiamento della normativa nazionale generale di riferimento.

I ritardi non sono imputabili alla rsu, noi sappiamo bene che la fretta dell'amministrazione è legata anche a quanto successo in alcune città nelle quali gli avvocati, in assenza di regolamento, hanno messo in mora i loro comuni,

Siamo altresi' convinti che il sindacato debba tutelare gli interessi dei lavoratori e delle lavoratrici, di tutti\e e non solo dei settori dove si annoverano iscritti a questo o quel sindacato.
È comunque necessario entrare in tecnicismi giuridici per comprendere appieno la questione che poi riguarda tutto il personale e non solo quello dell'avvocatura.

La  legge in vigore non impone più la corresponsione dei compensi quantificati nelle tariffe profes…

Cosa succede alla Piaggio?

Comunicato stampa. Comparini in soccorso di Colaninno?

Il segretario provinciale della Fiom ha dichiarato a mezzo stampa che esiste una sola Fiom e quindi le voci dei delegati eletti dai lavoratori debbono soccombere contrastando con quelle della segreteria Cgil.
Per noi la democrazia è ben altra cosa e bene fanno la maggioranza della Rsu Fiom  e la Usb Piaggio a contestare e respingere la linea collaborazionista e arrendevole della segreteria Fiom rispetto a Confindustra e Colaninno perché questa è la volontà dei lavoratori.

Colaninno vuole introdurre una rapida e intensiva nuova teconologia in tutta la filiera produttiva  e a tale scopo renderanno sempre piu’ pesanti i carichi e i ritmi lavorativi di operai/e. Dietro alla innovazione tecnologica ci sono gli esuberi dal ciclo produttivo, a partire dalla verniciatura e dai vari magazzini (logistica) appaltati ad altre aziende.
Colaninno non baderà a spese per le innovazioni tecnologiche e a farne le spese saranno gli operai della Piag…

Si fa strada la cancellazione del diritto di sciopero. Il Governo ha paura....

La conflittualità nei servizi pubblici essenziali «resta alta», il grido di allarme arriva da Confindustria e dalla Santissima alleanza che tiene insieme sindacati, padroni e Governo.

Detto senza mezzi termini, lo sciopero del 16 Giugno nei trasporti e nella logistica ha fatto paura ai padroni, i numeri delle adesioni dimostrano che la partecipazione è stata massiccia e non minoritaria.

Hanno stancato con la storiella dei micro sindacati scarsamente rappresentativi che sacrificherebbero gli interessi collettivi per la loro visibilità. L'egoismo padronale produce una autentica falsificazione della storia, infatti non una parola viene spesa sulle ragioni dello sciopero.

Chiedere sicurezza nei trasporti, per autisti e utenti, è una rivendicazione minoritaria o l'esatto contrario?

Analizzare una giornata lavorativa media e confrontarla con quella di 15\20 anni fa è forse una lettura estremistica della realtà quando si dimostra l'innalzamento dell'età media dei lavorator…

Fondo Ue per la «difesa», altri miliardi per la guerra

Fondo Ue per la «difesa», altri miliardi per la guerra

Manlio Dinucci

Il «Fondo per la difesa», che l’Unione europea ha lanciato il 22 giugno, è stato definito un «passo storico» dal presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. Resta da vedere in quale direzione. Il Fondo rappresenta una massiccia iniezione di denaro pubblico nell’industria bellica europea.

Esso comincia con lo stanziare 90 milioni di euro nel 2017-2019 per la ricerca su  nuove tecnologie militari, in particolare sistemi robotici per le forze navali e terrestri.  Dal 2020 lo stanziamento per la ricerca militare salirà a 500 milioni di euro l’anno.

A questo si aggiunge uno stanziamento ancora maggiore per incentivare la cooperazione tra i paesi Ue nello sviluppo congiunto e nell’acquisizione di sistemi d’arma: essi possono, ad esempio, investire congiuntamente per sviluppare lo stesso tipo di drone o acquistare in blocco lo stesso carrarmato per ridurne il costo (una sorta di «gruppo di acquisto solid…

Decreto stabilizzazioni: normativa e riflessioni

Stabilizzazione dei precari nella Pubblica amministrazione ? L'ennesima beffa per i precari
************************************+
Dopo settimane di spot pubblicitari governativi è calato il silenzio sulla stabilizzazione dei precari. Serve quindi una piccola disamina sul decreto stabilizzazioni, annunciato come grande riforma e stabilizzazione dei precari ma tramutatosi in ben altro con innumerevoli e diabolici tranelli . Insomma si gioca con le parole (e con la vita delle persone)

Al fine di superare il precariato e quindi addivenire alle stabilizzazioni: l'articolo 20 del d.lgs 75 del 2017, che dal 22 giugno è tramutato in legge, richiede le seguenti condizioni:

a) risulti in servizio successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015 con contratti a tempo determinato presso l’amministrazione che procede all’assunzione;
b) sia stato reclutato a tempo determinato, in relazione alle medesime attività svolte, con procedure concorsuali anche espletate p…

Industria 4.0 .....facciamo il punto

Appunti su industria 4.0 
intervento di Antonio Piro Sgb Pisa e Federico giusti delegati e lavoratori indipendenti


Il convegno promosso il 23 Giugno dal Prc su industria 4.0 offre lo spunto per alcune iniziali riflessioni. Dal sito ministeriale leggiamo : il Piano nazionale Industria 4.0 è l'occasione per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale. Il Piano prevede tre principali linee guida:
operare in una logica di neutralità tecnologica
intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali
agire su fattori abilitanti
Sono trascorsi ormai decenni da quando, con il governo di centrosinistra degli anni sessanta, furono avviati investimenti importanti in ambito tecnologico e produttivo. La logica di allora era quella di interventi statali e di investimenti in aziende pubbliche, ridurre l’orario di lavoro, l’esatto contrario di quanto avviene oggi.

 Da anni, infatti, si regalano soldi alle imprese private, la stessa un…

Lavori occasionali:compensi al ribasso

In Parlamento, la calura estiva non rallenta la distruzione dei diritti.

Il lavoro occasionale non sarà più limitato alla stagionalità e solo in apparenza vengono introdotti alcuni vincoli alle aziende
La legge di conversione del Dl 50/2017 ha dato vita pe il settore agricolo al «contratto di prestazione occasionale» che in sostanza andrà a sostituire il vecchio voucher e in teoria sono per eventi eccezionali

L'agricoltura, si sa, è il settore nel quale domina il lavoro nero e il caporalato e non è certo con le normative del Governo che si combatte lo sfruttamento intensivo a cui soprattutto i migranti sono sottoposti.

Non a caso il voucher è stato particolarmente abusato per le raccolte, un sistema che metteva al riparo le aziende dai controlli e le salvava dal pagamento dei lavoratori applicando il contratto nazionale di settore.

E cosi' , se in via teorica dovrebbe esistere il divieto per il settore agricolo di ricorrere al contratto di prestazione occasionale, non mancan…

La irrefrenabile voglia di posizioni organizzative delle amministrazioni locali del Pd

----
La Segretaria Generale ha una gran fretta di approvare il regolamento sul conferimento e il valore da attribuire alle posizioni organizzative, infatti i sindacati sono stati chiamati ad esprimersi su una bozza di regolamento poi discussa nella delegazione del 20 giugno scorso, in tale sede la RSU ha espresso una posizione critica  offrendo anche nuovi spunti di riflessione. Da anni le PO sono affidate più o meno alle stesse persone - salvo qualche miracolato dell'ultima ora - per importi vari, stabiliti via via secondo logiche non note, spesso attribuite senza bandi aperti a tutti i possibili interessati e sostanzialmente indifferenti ai cambiamenti organizzativi che pure hanno spesso modificato gli uffici, i compiti ed i carichi di responsabilità relativi .
Non si vuol qui discutere dei colleghi titolari di PO, ai quali sono spesso delegati compiti molto gravosi nel tentativo di alleviare, per non dire scaricare,  responsabilità di quei dirigenti normalmente pagati in ben …

Star Wars dalla fiction alla realtà

L’arte della guerra



Manlio Dinucci

Nell’immaginario collettivo le armi spaziali sono quelle dei film di fantascienza della serie «Star Wars». Non ci si accorge, perché sui media quasi nessuno ne parla, che sono divenute reali. La corsa agli armamenti, compresi quelli nucleari, si è da tempo estesa dalla Terra allo spazio. In testa sono gli Stati uniti, che puntano sempre più al controllo militare dello spazio.

La neosegretaria della U.S. Air Force, Heather Wilson, subito dopo aver assunto l’incarico, annuncia il 16 giugno la riorganizzazione del quartier generale per potenziare le operazioni spaziali integrandole ancor più in quelle dell’Aeronautica. Scopo dichiarato: «Organizzare e addestrare forze in grado di prevalere in qualsiasi futuro conflitto che possa estendersi allo spazio».

Responsabile dei sistemi spaziali militari è il Comando strategico (StratCom), che allo stesso tempo è responsabile delle armi nucleari e delle cyber-armi. «Abbiamo superiori forze spaziali e cyber-s…

La Regione Toscana sostiene la Guerra.

La risposta dell'amministrazione regionale è un capolavoro di ipocrisia ma è comunque utile per confutare numerosi luoghi comuni ascoltati in queste settimane da tanti amministratori e consiglieri della maggioranza.
La Regione Toscana, nell'aprile 2016 viene a conoscenza dell'ampliamento di Camp darby, quella base che a detta del Governo Italiano e Usa avrebbe dovuto essere depotenziata.

La regione chiede un tavolo tecnico al Comipar che si tiene nel maggio 2016 alla presenza dell'Ente parco, della società Navicelli, del comune di Pisa, di Rfi e del comando Usa.

La regione Toscana dà un parere positivo alla costruzione della ferrovia che collegherà la base all'areoporto militare di Pisa, un assenso che comporta anche la distruzione di 1000 alberi. La condizione dettata dalla regione è acquisire i pareri dei vari soggetti sapendo che non saranno in alcun modo vincolanti tanto è vero che L'Ente parco esprime parere negativo ma cio' non fa recedere il comando…

Grecia:la pietosa parabola di Tsipras

"Si nasce incendiari e si muore pompieri", le parole usate dal quotidiano Il sole 24 ore per commentare le nuove misure lacrime e sangue imposte dalla Troika e puntualmente accolte dal governo Greco.

Critiche immotivate e dettate da acredine padronale o un fondo di verità traspare dalle dichiarazioni del quotidiano ?

A due anni e mezzo dalle elezioni politiche che hanno portato al Governo A. Tsipras è tempo di bilanci non certo positivi tra austerità, privatizzazioni, dispositivi repressivi.

Vediamo alcune misure intraprese dal Governo, giusto per farci una idea delle decisioni assunte nel rispetto dei dettami della Troika

scompare l'Iva agevolata per le isole piu' povere

diminuisce la pensione minima e piu' in generale le pensioni che perdono piu' del 30% del potere di acquisto.

Fine delle esenzioni per gli agricoltori e aumento delle tasse

Nella primavera 2017 la ennesima riforma previdenziale con il taglio del 15% delle pensioni.

Licenziamenti di migli…

Pubblico impiego: Attenzione alle pagelline...

ATTENZIONE ALLE PAGELLINE

Chi vuole contestare la valutazione deve partire dalla procedura, ossia dalla puntuale verifica del ciclo della performance, verificare in primo luogo sulla corretta attuazione dei colloqui gestionali,  quelli  con i quali si danno gli
obiettivi da raggiungere.
E’ bene sempre appurare se gli obiettivi conferiti sono corretti e realmente raggiungibili con gli strumenti a disposizione di ciascun lavoratore.

Se un dirigente o una posizione organizzativi non ha fatto  questi colloqui , se i lavoratori e le lavoratrici non sono stati adeguatamente coinvolti nei processi, se non viene fornita tempestiva e periodica informazione sull’
eventuale non raggiungimento degli obiettivi, allora la stessa valutazione non potrà che essere inficiata e contestata
La riforma Madia, approvata pochi giorni fa, incide sui profili disciplinari e sul piano economico. Infatti, si abbatte non solo sul misero salario accessorio ma opera selettivamente anche ai fini della progressione…

Giornata di sciopero generale nei trasporti: 16 Giugno

Il 24 Aprile scorso è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la “manovrina” che contiene alcuni articoli riguardanti il trasporto pubblico locale con la riduzione del 20% dei finanziamenti statali al settore.

Altro provvedimento è la riduzione del 15% della quota regionale – che verrebbe ridistribuita alle Regioni in “regola”  - nel caso in cui le Regioni non affidino il servizio tramite bando di gara, di fatto l’istituzione di un vero e proprio incentivo alla privatizzazione del trasporto pubblico.

Il governo Gentiloni – diretta emanazione della Troika europea – continua nella politica dei tagli ai finanziamenti del trasporto pubblico messa in atto negli ultimi 20 anni, causa principale delle condizioni disastrose in cui versa il settore.

I tagli dei finanziamenti e la privatizzazione hanno  prodotto:

Per i lavoratori abbattimento dei diritti, peggioramento delle condizioni di vita (aumentano carichi e orario di lavoro), tagli all’occupazione, riduzioni salariali con la disapplica…

Le armi nucleari sono una minaccia globale ed esistenziale per l’umanità e l’ecosistema

Una iniziativa da non perdere

Livorno

17 Giugno Terrazza Mascagni ore 18



Le bombe nucleari su Hiroshima e Nagasaki e i Test Nucleari (oltre 2000 dal 1945 al 1996) hanno già causato morte, distruzione e sofferenze indicibili agli esseri umani e alla natura.
Occorre porre fine all’era nucleare. Deve attivarsi una forte pressione popolare che lo esiga con determinazione e faccia pressione sui leader politici degli stati nucleari e dei loro alleati.
Il rischio di una guerra nucleare per errore, follia o comando è reale più che mai.
La salvezza è per tutti o per nessuno

Il 17 giugno l’esigenza di proibire le armi nucleari risuonerà in varie parti del mondo, in concomitanza con i negoziati in corso all’ONU per il TRATTATO DI INTERDIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI, voluto da 132 paesi. Purtroppo al negoziato non partecipano ad oggi i Paesi detentori della armi nucleari e i membri della Nato, Italia compresa, ad eccezione dell’Olanda (paese Nato con Bombe Nucleari Usa), presente grazie alla forte…

Welfare aziendale:conviene alle aziende ma non ai lavoratori

Più salario e welfare, meno accordi di ristrutturazione. E' quanto scrive oggi Il sole 24 ore a seguito di un rapporto della cisl dedicato alla contrattazione di secondo livello nell’ultimo biennio.

Il fatto che si metta in relazione il superamento della crisi di molte aziende con l'adozione del welfare aziendale dovrebbe indurre a qualche riflessione, prima tra tutte la convenienza per i padroni ma non per il nostro potere di acquisto

Il secondo livello di contrattazione dovrebbe servire non a depotenziare il contratto nazionale con tutto il sistema delle deroghe, piuttosto dovrebbe essere occasione per entrare nel merito dei carichi di lavoro, dei profili e delle mansioni e conquistare salario.

Da quanto leggiamo, e soprattutto sperimentiamo sulla nostra pelle, accade l'esatto contrario perché le misure del welfare sono una alternativa, al ribasso, rispetto agli aumenti salariali

Da ricordare poi la legge di stabilità 2016 che prevede la completa esenzione fiscale e ne…

21 Giugno a Pisa incontro con le fabbriche occupate e le situazioni in lotta

LAVORO VIVO: OCCUPARE, RESISTERE, RIATTIVARE


Un confronto con lavoratori e lavoratrici che resistono e rigenerano i propri luoghi di lavoro

MARTEDì 20 GIUGNO ORE 18:30 

CIRCOLO ARCI PISANELLO, VIA MARSALA 2, ORATOIO (PI)


all'interno dei Mondiali Rebeldi 2017


Interverranno:

- Rimaflow (Trezzano sul Naviglio)
- Barbara Battista per FormAlba (Roma)
- Rinaldo Valenti per Rational (Massa)
- Mauro Goldoni per D'Esi Società Cooperativa (Fabriano)



Iniziativa promossa da

Progetto Rebeldìa, Delegati Lavoratori Indipendenti Pisa, Partito dei CARC, Partito Comunista dei Lavoratori, Sindacato Generale di Base

a seguire apericina

ciclinpropisaviafllibronzetti





È Nato il neonazismo in Europa

L’arte della guerra


Manlio Dinucci

L’Ucraina, di fatto già nella Nato, vuole ora entrarvi ufficialmente. Il parlamento di Kiev, l’8 giugno, ha votato a maggioranza (276 contro 25) un emendamento legislativo che rende prioritario tale obiettivo.

La sua ammissione nella Nato non sarebbe solo un atto formale. La Russia viene accusata dalla Nato di aver annesso illegalmente la Crimea e di condurre azioni militari contro l’Ucraina. Di conseguenza, se l’Ucraina entrasse ufficialmente nella Nato, gli altri 28 membri della Alleanza, in base all’Art. 5, dovrebbero «assistere la parte attaccata intraprendendo l’azione giudicata necessaria, compreso l’uso della forza armata». In altre parole, dovrebbero andare in guerra contro la Russia.

Il merito di aver introdotto nella legislazione ucraina l’obiettivo di entrare nella Nato va al presidente del parlamento Andriy Parubiy. Cofondatore nel 1991 del Partito nazionalsociale ucraino, sul modello del Partito nazionalsocialista di Adolf Hitler; ca…

Direttiva Madia e rinnovo dei contratti:Quanto i sindacati non vi racconteranno...

Rinnovo dei CCNL pubblici..dalla montagna il topolino!
le promesse confederali e l’ amara realtà della direttiva Madia

La bozza delle direttiva del ministro per la Semplificazione e la  Pubblica Amministrazione Madia, che sarà inviata all’ Aran e costituirà il presupposto per il rinnovo dei CCNL pubblici  dopo un “buco” di otto anni, dimostra inequivocabilmente che il protocollo sottoscritto da sindacati confederali e Governo il 30/11/2016 si prestava poi alla libera interpretazione dei contenuti da parte di ciascun sottoscrittore.
D’ altronde solo una parte sindacale distratta che ha rinunciato ad esercitare un potere negoziale, incapace com’è di sostenere conflitti e rivendicazioni, poteva illudersi di recuperare la perdita salariale e di diritti da parte dei dipendenti pubblici attraverso un rinnovo  influenzato dalla preventiva riscrittura di fatto, attraverso i decreti di revisione del Testo Unico del Pubblico Impiego e del sistema della performance, delle regole e delle materie…