lunedì 7 maggio 2018

Sul piano occupazionale al comune di Pisa


A seguire la lettera inviata al segretario generale e al dirigente personale comune di Pisa

Sono trascorsi due mesi da quando la Segretaria Generale si era detta disponbile a tavoli tecnici di approfondimento\conoscenza relativi alle nuove disposizioni contrattuali. Ci chiediamo la ragione per la quale questa disponibilità non sia stata concretizzata e auspichiamo per la seconda metà del mese di Maggio, e non oltre,la convocazione di questo tavolo con la rsu da poco eletta.
Nelle settimane scorse abbiamo toccato con mano gli errori di programmazione e gestione del personale con alcuni uffici ridotti a poche unità e altri subissati da carichi di lavoro sempre meno tollerabili.
Crediamo opportuno che la SEGRETARIA GENERALE E IL DIRIGENTE AL PERSONALE, FORNISCANO RISPOSTE alle email e alle richieste sindacali che almeno la nostra organizzazione avanza sistematicamente da mesi.
Detto cio' ci auguriamo che la prossima Amministrazione possa rimettere mano alla
organizzazione degli uffici e dei servizi
ai criteri di assegnazione delle Po
al piano occupazionale
Su quest'ultimo punto, fermo restando che la fine della dotazione organica voluta dalla Ministra Madia non rappresenta certo un passo avanti, urgono alcune precisazioni e soprattutto chiediamo che siano forniti documenti inerenti
Spesa del personale in servizio a tempo indeterminato conteggiando anche i dipendenti in comando in entrata.I part-time andranno conteggiati in percentuale solo se il tempo parziale deriva da assunzione;
Spesa relativa alle eventuali prestazioni di lavoro flessibile;
Quantificazione della spesa delle cessazioni e di eventuali “residui” di anni precedenti per quantificare l’effettiva capacità assunzionale;
Fare il punto sulle assunzioni delle categorie protette;
Eventuali procedure di mobilità in entrata;
Quantificazione del limite massimo potenziale della dotazione organica o se preferite della spesa potenziale massima stando ad alcuni articoli di recente pubblicazione sulle normative per gli enti locali

In attesa di vostre risposte e con sempre meno pazienza vi salutiamo
sindacato generale di base

Nessun commento:

Posta un commento