martedì 15 maggio 2018

Teatri stabili: firmato un pessimo contratto. Almeno applicatelo!

Teatri stabili: a seguire la lettera inviata da Sgb Pisa alla Fondazione Teatro di Cascina...
SIndacato generale di base Pisa
Lo scorso 19 aprile 2018 è stato sottoscritto l'accordo per il rinnovo del Ccnl per gli impiegati e gli operai dipendenti dei teatri stabili pubblici e degli esercizi teatrali. Il nuovo contratto decorre dal 1° aprile 2018 e scadrà il 31 marzo 2021.
La presente è finalizzata a convocare per fine mese un apposito incontro atto alla messa in pratica del presente ccnl all'interno del Teatro di Cascina.

Vorremmo focalizzare l'attenzione di tutti\e su alcuni punti

Diritto di precedenza all'assunzione
Il teatro, nelle assunzioni di personale a tempo indeterminato darà la precedenza, come previsto dal Dlgs 81/2015, agli assunti stagionalmente nel quinquennio precedente per un minimo di 3 stagioni. Chiediamo allora ai vertici dela Fondazione si verificare la presenza di personale con questi requisiti al fine di valutarne una eventuale stabilizzazione.

Mutamento temporaneo delle mansioni

In base alle esigenze aziendali, il lavoratore può venire momentaneamente adibito a mansioni diverse da quelle per cui è stato assunto. Un punto per noi assai negativo perchè viene meno il principio che alle mansioni corrisponda il lavoro svolto. resta il fatto che al lavoratore al quale siano assegnate mansioni di livello superiore deve essere corrisposto un compenso non inferiore alla differenza fra la retribuzione percepita e quella minima del livello superiore.

Il limite dei 36 mesi per le assunzioni a tempo determinato, è bene ricordarlo, non si applica:
• alle assunzioni stagionali teatrali, cioè comprese tra settembre e luglio;
• per l'assunzione di personale in sostituzione;
• nella fase di avvio di nuove attività per un periodo non superiore a 24 mesi.
È consentita l'assunzione di lavoratori con contratto di somministrazione a tempo determinato in numero pari al 20 per cento dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato in forza dal 1° gennaio dell'anno in corso. Anche su questo punto chiediamo di verificare la corrispondenza con quanto indicato dal presente ccnl

Fondo di assistenza sanitaria integrativa
A decorrere dal 1° aprile 2018, tutti i lavoratori con contratto a tempo indeterminato e a tempo determinato della durata non inferiore a 3 mesi devono essere iscritti al Fondo Salute Sempre, con un contributo annuo di 120,00 euro a dipendente interamente a carico azienda. Lasciamo ogni nostro commento critico allo scambio diseguale operato tra salario e welfare aziendale

Attività fuori sede
Dal 1° aprile 2018, al lavoratore che viene temporaneamente inviato fuori sede spetta:
• un'indennità di trasferta in cifra fissa di 107,00 euro (57,00 euro pernottamento, 25,00 euro per un pasto, 25,00 euro per un altro pasto);
• pernottamento in albergo con prima colazione e un'indennità di trasferta in cifra fissa di 50,00 euro (25,00 euro per un pasto, 25,00 euro per un altro pasto);
• un'indennità in cifra fissa per eventuali prestazioni notturne della durata di 7 ore di 50,00 euro (25,00 euro per un pasto, 25,00 euro per un altro pasto).
Si chiede pertanto di rivedere le varie indennità a partire dal 1 Aprile corripondendo a ogni dipendente interessato le somme spettanti

Aumenti contrattuali
Il rinnovo prevede un aumento complessivo del minimo tabellare, di 195,00 euro per il livello 3, da corrispondere in tre tranches:
• 60,00 euro a decorrere dal 1° aprile 2018;
• 125,00 euro a decorrere dal 1° aprile 2019;
• 70,00 euro a decorrere dal 1° aprile 2020.
Si chiede se questi aumenti sono già presenti nelle buste paga e in caso contrario di provvedere a partire dal prossimo mese

Nessun commento:

Posta un commento